contador gratis
SEI IN > NOTIZIE BOLOGNA > CULTURA
articolo

Due affreschi di Ludovico e Annibale Carracci a Palazzo D’Accursio: sabato l’inaugurazione della mostra-dossier

2' di lettura
72

Pronta all’inaugurazione sabato 18 maggio alle ore 18 la mostra-dossier "Ludovico e Annibale Carracci. Storie antiche per due camini bolognesi nella collezione Michelangelo Poletti", a cura di Angelo Mazza e con la collaborazione di Silvia Battistini.

In occasione della Giornata Internazionale dei Musei e della Notte Europea dei Musei, l’esposizione, allestita nella Sala Urbana di Palazzo D’Accursio e comprendente una decina di opere, sarà visitabile eccezionalmente fino alla mezzanotte di sabato al costo simbolico di 1 euro, e rimarrà poi aperta fino al 22 settembre 2024. Il nucleo centrale della mostra è caratterizzato da due affreschi di Ludovico e Annibale Carracci: del primo è “Alessandro Magno e Taide incendiano Persepoli”, del secondo “Morte di Didone”, entrambi provenienti dalla collezione dell’imprenditore Michelangelo Poletti, che li ha acquistati nel 2022 presso una casa d'aste di Firenze, permettendo che rimanessero nel territorio bolognese. I pittori eseguirono le opere intorno al 1592 per due camini di Palazzo Lucchini, famiglia di origine genovese, il cui palazzo passò però ben presto alle famiglie Angelelli, Zambeccari e Francia Comi.

Di questi due affreschi sorprende la notizia dello “strappo” dai camini di Palazzo Lucchini, la cui datazione rimane incerta, come spiegato dal curatore Angelo Mazza: si pensa, però, di circoscrivere l’operazione intorno al 1911, momento nel quale la famiglia Comi agì illecitamente per poter commercializzare le opere, facendo trasferire su un nuovo supporto la pellicola del colore. In seguito, grazie al tempestivo contributo del Ministero dell’Istruzione, la vendita delle due opere venne bloccata ed entrambe furono restaurate da Giovanni Giannelli (2022-2024), così da presentarle, ad oggi, in condizioni ottimali di lettura.

“Si tratta di una mostra-dossier che ha assicurato tutte le fasi più rilevanti - afferma Eva degl’Innocenti, direttrice del Settore Musei Civici di Bologna - ossia l’acquisizione, la valorizzazione e il restauro, che hanno permesso di rendere la giusta leggibilità a queste due opere.” La mostra, infine, presenta un programma ricco, che comprende anche attività e laboratori per bambini, in modo da rendere i contenuti dell’allestimento fruibili a tutti.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Bologna.
Per Telegram cercare il canale@Bologna_Notizie o cliccare su https://t.me/Bologna_Notizie.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waBolognaNotizie oppure aggiungere il numero 376.0319481 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
È attivo anche la pagina Facebookhttps://www.facebook.com/profile.php?id=100062338737072&locale=it_IT, l'account Twitter @VivereBologna e il profilo Mastodon: @VivereBologna@bologna.one.




Questo è un articolo pubblicato il 16-05-2024 alle 14:39 sul giornale del 17 maggio 2024 - 72 letture






qrcode