contador gratis
SEI IN > NOTIZIE BOLOGNA > CRONACA
articolo

Il vicino di casa chiama i Carabinieri, ragazza di 20 anni picchiata in presenza della madre

1' di lettura
50

violenza sulle donne

L'uomo di 30 anni ha tentato la fuga quando ha capito che stavano arrivano i Carabinieri. Finito in carcere con l'accusa di maltrattamenti contro familiari

carabinieri di Imola per maltrattamenti contro familiari.

E' accaduto nella notte scorsa a Castel San Pietro Terme, comune di circa 20mila abitanti nel bolognese. Un uomo ha chiamato le Forze dell'Ordine per segnalare urla provenienti da un appartamento adiacente. Gli Agenti sono arrivati nei pressi del condominio e si sono presentati alla porta dell'appartamento, sull'uscio c'era una ragazza di vent’anni in lacrime.

La ragazza ha raccontato di essere stata picchiata dal compagno di 30 anni, la donna in preda al panico si è rifugiata in una stanza della casa insieme alla madre che viveva con la coppia.

Il 30enne quando ha capito che stavano arrivato i Carabinieri ha tentato la fuga ma senza riuscirci. L'uomo è finito in carcere.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Bologna.
Per Telegram cercare il canale@Bologna_Notizie o cliccare su https://t.me/Bologna_Notizie.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waBolognaNotizie oppure aggiungere il numero 376.0319481 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
È attivo anche la pagina Facebookhttps://www.facebook.com/profile.php?id=100062338737072&locale=it_IT, l'account Twitter @VivereBologna e il profilo Mastodon: @VivereBologna@bologna.one.


... Violenza sulle donne 550


violenza sulle donne

Questo è un articolo pubblicato il 15-05-2024 alle 18:43 sul giornale del 16 maggio 2024 - 50 letture






qrcode