contador gratis
SEI IN > NOTIZIE BOLOGNA > CULTURA
articolo

Agli infiniti possibili, la nuova edizione di EXITIME dedicata alla musica di Luigi Nono e all’intelligenza artificiale

2' di lettura
156

Si intitolerà “Agli infiniti possibili. Da Luigi Nono all’Intelligenza Artificiale” la ventesima edizione di EXITIME, rassegna di concerti, installazioni, incontri e masterclass che si svolgerà in due periodi: dal 2 maggio al 5 giugno e dal 15 settembre al 16 ottobre 2024.

Il progetto EXITIME, ideato dal gruppo FontanaMIX ensemble e portato avanti sin dal 2004, si propone di indagare la musica di Luigi Nono proprio nel 2024, anno in cui ricorre il centenario della sua nascita, “non tanto per guardarsi indietro con nostalgia, ma per mantenere alta l’attenzione su queste grandissime forze del Novecento, che hanno lanciato ipotesi di innovazione e di cui noi siamo figli - afferma Francesco La Licata, direttore musicale di FontanaMIX e ideatore della rassegna - e la navigazione musicale da Luigi Nono si spinge con un’ampia parabola fino alla nostra attualità, alle reti neurali artificiali e al complesso rapporto fra intelligenza artificiale e creazione musicale. Da qui nasce una riflessione sulle sfide etiche poste dall’intelligenza artificiale”. Comprendere quanto offerto dalla tradizione musicale, dunque, e coniugarla con l’attualità, con le sue sfide, con i nuovi musicisti e con uno sguardo particolare ai giovani è l’autentico obiettivo del progetto.

La nuova edizione della rassegna, caratterizzata da sedici appuntamenti totali nei due periodi (maggio-giugno; settembre-ottobre), verrà inaugurata giovedì 2 maggio alle ore 18, alla ex Chiesa di San Mattia, con l’incontro "L’eredità e il pensiero di Nono nella società di oggi”, che vedrà una serie di testimonianze di compositori entrati in contatto con Luigi Nono. La sera stessa, alle ore 20.30, si terrà il concerto “Nostalgia utopica futura”, con musiche di Nono, Schoenberg e la prima esecuzione assoluta di tinto del compositore tedesco Johannes Schöllhorn. Chiuderà la prima parte della rassegna il concerto del 5 giugno alle ore 20.30 intitolato “Fragmente Stille / Verklärte Nacht”, grazie al quale si approfondirà l’ascolto dei due capolavori per archi di Nono e Schoenberg, e, infine, il 10 e l’11 giugno il soprano Alda Caiello terrà una masterclass sulla musica vocale nei repertori contemporanei. La seconda parte riprenderà il 15 settembre con ulteriori appuntamenti.

L’evento sarà ospitato dall’ex Chiesa di San Mattia per il terzo anno consecutivo, sito accorpato recentemente all'interno dei Musei Nazionali di Bologna, e luogo in cui arti visive e performative si incontrano e si fondono. “FontanaMIX, infatti, sin dalla sua origine nel 2002, ha sempre svolto la propria attività negli spazi di diverse istituzioni - ribadisce Francesco La Licata - proprio perché il concetto di residenza è fondamentale: senza di esso, infatti, le idee non potrebbero concretizzarsi. Tutti i progetti sono pensati per uno spazio”.

Il programma dettagliato con tutti gli appuntamenti è consultabile qui.



Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2024 alle 13:34 sul giornale del 26 aprile 2024 - 156 letture

All'articolo è associato un evento