contador gratis
SEI IN > NOTIZIE BOLOGNA > CULTURA
articolo

La settima edizione del Festival Internazionale di Circo Contemporaneo: appuntamenti, ospiti e spettacoli tra arte e natura

3' di lettura
66

ARTinCIRCO, festival di circo contemporaneo nato nel 2018, è pronto a partire domenica 21 aprile nel Parco di via della Repubblica di Ozzano dell’Emilia, il comune da cui l’evento ha origine, ma si estenderà anche a Castel San Pietro e a Minerbio, in un fitto calendario di appuntamenti e spettacoli che si svolgerà fino ad agosto nelle tre località.

Il festival nasce come un progetto culturale e sociale che non sarebbe possibile, come specifica Federico Cibin, presidente di ARTinCIRCO, senza il coinvolgimento di altre associazioni del territorio di Ozzano, in un’ottica di inclusione tra più generazioni e di integrazione di una moltitudine di linguaggi, obiettivi principali del festival e degli organizzatori. Il primo appuntamento sarà domenica 21 aprile dalle 16.30 alle 19.30: la giornata comincerà con i giochi creativi di Officina Clandestina, e proseguirà con vari laboratori e uno spettacolo di giovani artisti emergenti delle Scuole di Circo dell’Emilia-Romagna.

Nando e Maila, i direttori artistici di ARTinCIRCO, rivelano che tra gli ospiti principali del festival sarà presente da Berlino Joanna Bassi, poliedrica artista di circo contemporaneo originaria di una famiglia circense tradizionale, la quale il 1° maggio presenterà uno spettacolo sulla figura di un clown dall’intelligenza artificiale, mentre il 3 maggio terrà una conferenza-spettacolo unendo musica e comicità. I primi due fine settimana vedranno poi, tra gli altri appuntamenti, le esibizioni di acro-danza di due compagnie, che effettueranno ciascuna quattro repliche: la compagnia spagnola Nueveuno, che con lo spettacolo intitolato Sinergia 3.0 mostrerà effetti visivi e luminosi di grande impatto, e il collettivo 6TU, che porterà lo spettacolo intitolato Krama, con discipline miste attraverso le quali gli artisti racconteranno la propria storia. Un momento interessante sarà anche quello di domenica 28 aprile con Simone Romanò, artista di formazione belga, che intreccerà clown, verticalismo e giocoleria, mentre un appuntamento molto suggestivo si terrà in sei giornate di maggio, durante le quali il festival si sposterà nel bosco di Settefonti, un luogo magico in cui sarà possibile partecipare, durante una passeggiata in natura, a una performance itinerante incentrata su elementi sonori e visuali, musica e installazioni: un perfetto connubio tra bosco, arte e narrazioni creative.

Il motore del circo, ricordano Nando e Maila, resta sempre la comunità, concetto messo in risalto anche dagli appuntamenti in cui sarà presente il fuoco, simbolo di unione e di inclusività attorno al quale riunire i partecipanti per assistere ai numeri degli acrobati.
Il festival, inoltre, presta attenzione all’ambiente e all’ecologia: il presidente e i direttori artistici, infatti, precisano che tutte le stoviglie che si utilizzeranno nei punti ristoro saranno compostabili, e ci sarà una sorgente urbana gratuita fornita dal Gruppo Hera, così da evitare lo spreco di plastica; anche l’impianto di illuminazione è per la maggior parte a led.

Per tutti gli appuntamenti e gli orari dettagliati si rimanda al programma ufficiale, consultabile sul sito del festival, mentre i biglietti per gli eventi a pagamento sono acquistabili online su Diyticket.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, WhatsApp, Facebook, Twitter, Mastodon e Viber di BOLOGNA NOTIZIE .
Per Telegram cercare il canale @Bologna_Notizie o cliccare su https://t.me/Bologna_Notizie.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waBolognaNotizie oppure aggiungere il numero 376.0319481 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Sono attivi anche la pagina Facebookhttps://www.facebook.com/profile.php?id=100062338737072&locale=it_IT, l'account Twitter @VivereBologna, il profilo Mastodon: @VivereBologna@bologna.one e il canale Viber QUI.



Questo è un articolo pubblicato il 18-04-2024 alle 21:13 sul giornale del 19 aprile 2024 - 66 letture






qrcode