contador gratis
SEI IN > NOTIZIE BOLOGNA > SPETTACOLI
articolo

Omar Pedrini, il legame con Bologna e quel disco di 30 anni fa

3' di lettura
24

Anche l'ex cantante dei Timoria sul palco per la causa benefica di "Oltre le Nuvole", Omar Pedrini parla anche dell'affetto per Bologna

Dopo l'operazione al cuore e le preoccupazioni, per Omar Pedrini è tornato il tempo di tornare sul palco, in occasione dell'evento benefico Oltre le Nuvole.

L'iniziativa nata per raccogliere fondi da devolvere alle vittime dell'alluvione in Emilia-Romagna, sul palco delle Caserme Rosse si sono esibiti oltre venti artisti, tra cui Arisa, Giusy Ferreri, Leo Gassman, e tanti altri. Tutti i cantanti hanno cantato senza percepire un solo euro.

Omar Pedrini si concede davanti microfoni, proprio lui che di ambiente aveva parlato addirittura quasi trent'anni fa in un vecchio dei disco di Timoria, essendo uno dei precursori a trattare l'argomento della salvaguardia dell'ambiente in cui viviamo.

Omar, questa sera salirai sul palco delle Caserme Rosse per dimostrare sostegno agli emiliano-romagnoli alluvionati: che significato ha per te questa presenza?

"Il significato della mia partecipazione a questo evento è molto profondo, ma anche molto concreto: il cuore e l'affetto per l'Emilia-Romagna ci sono e voglio portare un sorriso in un momento difficile attraverso la musica, che tanto può fare. La musica porta bellezza e allegria, è figlia della pace come il pane lo è della farina. Mi auguro che stasera qualcuno possa dimenticare almeno per un po' le difficoltà. Ma non è solo questo: è anche un aiuto concreto e vogliamo raccogliere più fondi possibile per sistemare le cose. Non tutto, ma quanto più possibile".

Ascolteremo per la prima volta un brano molto particolare il cui titolo è incredibilmente collegato al tema dell'alluvione e dell'acqua...

"Non vedo l'ora di cantare anche per questo: sarà la prima volta che farò ascoltare il mio nuovo singolo Diluvio Universale. Un regalo per chi viene apposta per me e un piccolo momento di felicità per gli altri. Il titolo sì, ha un senso ancora più denso, anche se non avrei mai voluto una tale coincidenza: il brano parla di eventi climatici e mi piace ricordare che noi Timoria, ben trent'anni fa, abbiamo prodotto un disco ecologista. Una riflessione sulla responsabilità dell'uomo, su una natura a volte madre e a volte matrigna, su quello che abbiamo fatto con le nostre mani, sulla cementificazione...'Questa sarà la nostra canzone': questo mi hanno scritto dalla Romagna postando dei video nei quali il protagonista era il fango".

Omar, qual è il tuo legame con Bologna, la nostra città?

"Mi hanno salvato la vita ben due volte al Sant'Orsola di Bologna. A questa città non solo sono affezionato, qui ho trovato i miei angeli e dunque il legame c'è, eccome. Durante l'ultimo ricovero, tre anni fa, mi sono soffermato a osservare i viali (così come li chiamate voi bolognesi) e la memoria mi ha acceso dei flash sugli anni di Piazza Maggiore di notte, del Dams, del teatro alternativo e degli Skiantos, quando da Brescia venivamo in quello che consideravo uno stimolante e divertente luna park. A un certo punto ho sentito persino l'esigenza di dedicare una canzone a Bologna e, un po' inibito dai grandi che lo avevano fatto prima di me, l'ho intitolata con una dedica a un grande amico che purtroppo non c'è più: Freak Antoni. Quello con questa città, in definitiva, è un amore corrisposto".

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, WhatsApp, Facebook, Twitter, Mastodon e Viber di BOLOGNA NOTIZIE .
Per Telegram cercare il canale @Bologna_Notizie o cliccare su https://t.me/Bologna_Notizie.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waBolognaNotizie oppure aggiungere il numero 376.0319481 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Sono attivi anche la pagina Facebookhttps://www.facebook.com/profile.php?id=100062338737072&locale=it_IT, l'account Twitter @VivereBologna, il profilo Mastodon: @VivereBologna@bologna.one e il canale Viber QUI.





Questo è un articolo pubblicato il 09-06-2023 alle 11:06 sul giornale del 10 giugno 2023 - 24 letture






qrcode