contador gratis
SEI IN > NOTIZIE BOLOGNA > ATTUALITA'
comunicato stampa

In Mezzo Scorre il Fiume, percorsi fra musica e natura. 4° Edizione, dal 25 giugno al 1 settembre

3' di lettura
62

Domenica 30 aprile e lunedì 1 maggio due giornate tra musica e natura anticipano la quarta edizione di In mezzo scorre il fiume, il festival diretto da Luisa Cottifogli, che vuole creare uno stretto dialogo tra musica, arte e natura in luoghi splendidi dell’Appennino tosco-romagnolo, fino a scendere in pianura, trasportati dalla corrente dei fiumi e che da quest’anno è all’interno di Entroterre Festival, il festival musicale itinerante dell’Emilia Romagna, ideato e organizzato da Fondazione Entroterre ETS con la direzione artistica di Luca Damiani.

L’appuntamento di domenica 30 è con Il Suono Dei Calanchi. Si comincia alle 8.30 in via Valsellustra 16 di Casalfiumanese (dal parcheggio di fronte al ristorante Valsellustra) e si sale per un’escursione sulla cresta dei calanchi che separano Valsellustra dalla valle del Sillaro, con un panorama a 360 gradi. Sopra i calanchi, alle 11.00 il fisarmonicista, pianista e compositore abruzzese, Vincenzo De Ritis, conduce i camminatori in un viaggio che dalla tradizione abruzzese spazia alle tradizioni del mondo, passando per i linguaggi contemporanei di geni quali Astor Piazzolla e Richard Galliano.

Per chi lo desidera, la discesa dai calanchi prevede un pranzo con prelibatezze locali grazie alla cucina di alta qualità presso il Ristorante Enoteca Valsellustra. In caso di maltempo il concerto si terrà direttamente presso il ristorante in via Valsellustra n. 16 alle 11.00 (posti limitati. Prenotazione allo 0542 684073 o a valsellustra@hotmail.it)

Si prosegue lunedì 1 maggio, sempre a Casalfiumanese, con Cantamaggio, la tradizionale questua itinerante che da tempo immemore ha allietato i borghi e le aie della Vallata del Santerno, portando alla gente fiori, canti, suoni e balli. Un inno alla gioia del fiorire primaverile in compagnia dei Maggiaioli di Valsanterno, un gruppo di cantori e danzatori creato e guidato da Giancarlo Battilani, che negli anni ha raccolto melodie, testi e balli direttamente dagli anziani informatori che ne avevano memoria, assieme al compianto musicista e paroliere Mauro Grassi.

Ai Maggiaioli si uniscono le voci del MusicLab di Mordano guidati da Letizia Magnani, gli strumentisti Enrico Pelliconi, alla fisarmonica, e Antonio Stragapede a chitarra e mandolino. Quattro le tappe della questua, che percorre la via Montanara: alle 9.00 si parte da Casalfiumanese alto presso la piazzetta della Solidarietà, si prosegue quindi per Borgo Tossignano presso la Casa del Fiume (via Rineggio 22) dove alle 11.00 si dà il via ai canti e dove, all'interno del Parco della Vena del Gesso Romagnola, ci si può fermare per il pranzo.

Alle 14.30 l’appuntamento è a Fontanelice presso l’Azienda Agricola Dalla Vecchia (via Montanara Ponente 47) dove è possibile rifocillarsi con bevande e street food. Alle 16.00 si arriva in piazza della Repubblica a Castel del Rio (di fronte al bar Camaggi) per ballare e cantare assieme ai Maggiaioli di Valsanterno.

Le tappe sono raggiungibili anche in bici attraverso la Ciclovia del Santerno.

Il programma ha il patrocinio dei Comuni di Casalfiumanese, Borgo Tossignano, Fontanelice, Castel del Rio e del Parco della Vena del Gesso Romagnola.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Bologna.
Per Telegram cercare il canale@Bologna_Notizie o cliccare su https://t.me/Bologna_Notizie.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waBolognaNotizie oppure aggiungere il numero 376.0319481 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
È attivo anche la pagina Facebookhttps://www.facebook.com/profile.php?id=100062338737072&locale=it_IT, l'account Twitter @VivereBologna e il profilo Mastodon: @VivereBologna@bologna.one.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2023 alle 08:41 sul giornale del 18 aprile 2023 - 62 letture






qrcode