contador gratis

Imprenditori bolognesi ristrutturano una palazzina per dare posti letto ai fuorisede

1' di lettura 16/11/2022 - L'iniziativa per fronteggiare l'emergenza casa a Bologna

La palazzina in via Irnerio appena ristrutturata da una cordata di imprenditori bolognesi sarà tutta occupata da studenti: 22 appartamenti per 107 posti letto a un passo dall'università e dalla stazione. È al civico 13-15, all'angolo con via Alessandrini.

La risposta del mercato privato all'emergenza casa per i fuorisede stavolta non arriva da gruppi stranieri come l'olandese dello Student Hotel, ora The social Hub, la spagnola Beyoo che ha aperto uno studentato in via Serlio, l'inglese Livensa Living che aprirà una residenza universitaria nel 2025. È una società nata sotto le Torri quella che a dicembre darà un alloggio agli universitari. Tra i soci c'è Giorgio Passeri, proprietario del Matis, storica discoteca, e gestore delle Scuderie di piazza Verdi. I soci sono ex manager del mondo assicurativo. "Potevamo ristrutturare il palazzo e metterlo a rendita con affitti brevi, non lo abbiamo fatto perché riteniamo che l'università sia una risorsa per la città e che era più giusto dare una risposta alle difficoltà di chi viene a studiare all'Alma Mater e non trova un alloggio. Bologna è e deve rimanere una città universitaria: la nostra è una visione a lungo termine".

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Bologna.
Per Telegram cercare il canale@Bologna_Notizie o cliccare su https://t.me/Bologna_Notizie.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0319481 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
È attivo anche la pagina Facebookhttps://www.facebook.com/viverebologna.it, l'account Twitter @VivereBologna e il profilo Mastodon: @VivereBologna@bologna.one.





Questo è un articolo pubblicato il 16-11-2022 alle 19:28 sul giornale del 17 novembre 2022 - 108 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dC9y





logoEV