contador gratis

Rivendeva cibo etnico confezionato a market: chiuso laboratorio abusivo

1' di lettura 04/11/2022 - I militari hanno multato i titolari di diecimila euro

Vendevano in un negozio prodotti gastronomici etnici già confezionati, con etichette non conformi, che venivano preparati in provincia di Bologna in un appartamento la cui cucina era stata adibita a laboratorio abusivo. È quanto hanno scoperto i carabinieri del Nas di Bologna e il personale dell'Ausl durante un'attività ispettiva mirata a garantire la sicurezza alimentare e la tutela della salute dei consumatori.

Su richiesta dei militari del Nucleo bolognese, il personale dell’AUSL di Bologna ha disposto la sospensione dell’attività abusiva con diffida alla continuazione, elevando una multa dell’importo di circa 10.000 euro. Sanzione salata anche per il rivenditore: il personale dell’AUSL di Ferrara li ha multati per un importo complessivo di 3.000 euro, per aver posto in vendita prodotti alimentari di provenienza non tracciabile.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Bologna.
Per Telegram cercare il canale@Bologna_Notizie o cliccare su https://t.me/Bologna_Notizie.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0319481 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
È attivo anche la pagina Facebookhttps://www.facebook.com/viverebologna.it, l'account Twitter @VivereBologna e il profilo Mastodon: @VivereBologna@bologna.one.





Questo è un articolo pubblicato il 04-11-2022 alle 16:36 sul giornale del 05 novembre 2022 - 28 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dAD6





logoEV
qrcode