contador gratis

Accorpamenti scolastici a Bologna, la protesta delle famiglie

1' di lettura 02/11/2022 - In piazza Nettuno cartelloni per chiedere che l'istituto Ic8 resti in capo al quartiere Saragozza

Famiglie, ragazzi e insegnanti degli istituti interessati hanno protestato questa mattina, 2 novembre, davanti a Palazzo d’Accursio contro la riorganizzazione scolastica voluta dal Comune. Genitori e docenti preoccupati dallo spostamento delle scuole Carracci e delle scuole Avogli dall’Ic 8. “Una decisione che crea un effetto domino su altri istituti, pregiudicando la didattica e creando un nuovo Ic 19 d’elite sui Colli” accusano i manifestanti.

Non piace ai genitori e ai docenti l'idea di accorpare l'istituto all'IC19, in quanto il timore di tutti è che "uno studente che abita al Meloncello o all’ultimo numero di via Andrea Costa" rischierà di dover andare a scuola alle Fontana e allora la domanda dei genitori è "Chi lo porta?". Un interrogativo non da poco, visti i tanti problemi anche di mobilità che si creano per accompagnare i bambini a scuola.

La protesta non si ferma qui. In vista del voto a Palazzo D'Accursio per decidere il destino dell'istituto di via Battaglia, i genitori e i docenti hanno lanciato una petizione online, che ha raccolto ampia partecipazione.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Bologna.
Per Telegram cercare il canale@Bologna_Notizie o cliccare su https://t.me/Bologna_Notizie.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0319481 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
È attivo anche la pagina Facebookhttps://www.facebook.com/viverebologna.it, l'account Twitter @VivereBologna e il profilo Mastodon: @VivereBologna@bologna.one.





Questo è un articolo pubblicato il 02-11-2022 alle 15:25 sul giornale del 03 novembre 2022 - 62 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dzKY





logoEV
qrcode