contador gratis

Bologna, sale senza biglietto e aggredisce i controllori

Italo e Frecciarossa 2' di lettura 04/10/2022 - 19enne di origine ucraina arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e denunciato per interruzione di pubblico servizio

Non è il primo episodio, purtroppo, ma si inserisce in un quadro ampissimo fatto di tante situazioni verificatesi nel corso del tempo. Si tratta del fenomeno delle aggressioni sui treni, più volte denunciato dagli operatori del settore, che avevano esposto la situazione di disagio nel ritrovarsi spesso protagonisti di situazioni spiacevoli di violenza da parte dei passeggeri. Stavolta siamo in via Dagnini, a Bologna. Un 19enne di origine ucraina, dopo l’intervento della polizia, è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e denunciato per interruzione di pubblico servizio. Trovato senza biglietto a bordo di un autobus, ha aggredito i tre controllori di Tper che gli hanno chiesto i documenti per fargli la multa. Uno, in particolare, è stato preso a testate, riportando lesioni guaribili in 10 giorni, mentre i due suoi colleghi hanno avuto prognosi di 6 e 8 giorni.

Del problema si era discusso durante il vertice convocato in Prefettura a Bologna per l’escalation di aggressioni e sollecitato tanto dai sindacati dei trasporti e della Polizia, quanto dalla Regione Emilia-Romagna. Il prefetto di Bologna, Attilio Visconti, aveva proposto un sistema di “pre-filtraggio” consistente in un controllo all’ingresso delle gallerie di accesso alla stazione dei soggetti che sono ritenuti potenziali disturbatori della quiete pubblica. “La questione “è talmente importante che non può lasciare nessuno indifferente e non possono essere accettati alibi sulla mancanza di fondi per gli interventi necessari, poiché la sicurezza non può e non deve essere considerato un costo ma un investimento. Restiamo fiduciosi che il percorso iniziato possa trovare una prima risposta concreta alle rivendicazioni di lavoratrici e lavoratori, ma anche a tutta la comunità viaggiante”, aveva affermato poi il Siulp.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Bologna.
Per Telegram cercare il canale@Bologna_Notizie o cliccare su https://t.me/Bologna_Notizie.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0319481 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
È attivo anche la pagina Facebookhttps://www.facebook.com/viverebologna.it, l'account Twitter @VivereBologna e il profilo Mastodon: @VivereBologna@bologna.one.

di Alessandra Santoro
bologna@vivere.news





Questo è un articolo pubblicato il 05-10-2022 alle 15:27 sul giornale del 05 ottobre 2022 - 56 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, alessandra Santoro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dtHP





logoEV