contador gratis

Monte Sole, l’invito a Meloni: “Perchè no? Ma solo se viene a rendere omaggio ai caduti”

4' di lettura 28/09/2022 - BOLOGNA - La futura premier Giorgia Meloni potrà venire un giorno a Monte Sole? "Perchè no. Se viene a rendere omaggio alle vittime, sì.

Ma se viene per scopi politici, forse no". E' l'invito di Valter Cardi, presidente del Comitato dei Caduti di Marzabotto, presentando oggi a Bologna le iniziative organizzate per la 78esima commemorazione degli eccidi nazifascisti a Monte Sole. Celebrazioni su cui è inevitabile ci sia un riflesso anche elettorale, vista la vittoria alle politiche della destra con Fratelli d'Italia.

LA DESTRA AL GOVERNO PREOCCUPA "E' evidente che una preoccupazione c'è- dice Cardi- però gli italiani hanno voluto che questo fosse il Governo e noi ci affideremo a questo Governo facendo sentire forte la nostra voce e le nostre ragioni. Ci confronteremo senza paura, dicendo quello che è il nostro messaggio di pace e augurandoci che lavorino per il Paese e non per loro stessi". "MA SIAMO APERTI AL DIALOGO" Il presidente del Comitato dei Caduti di Marzabotto aggiunge: "Penso che la memoria non si possa cancellare. E' chiaro che qualche preoccupazione c'è, ma noi siamo aperti e disposti a discutere e a confrontarci con tutti, perchè i fatti non possono essere smentiti. E quindi, anche se saremo distanti come idee politiche, credo però che il confronto tra persone civili debba continuare. Non possiamo chiuderci in noi stessi e non confrontarci con chi non la pensa come noi". E in futuro le piacerebbe portare Meloni a Monte Sole? "Perchè no- risponde Cardi- se viene a rendere omaggio alle vittime, sì. Ma se viene per scopi politici, forse no", avverte.

LA COMMEMORAZIONE DI QUEST'ANNO Monte Sole e Marzabotto si preparano a ricordare il 78esimo anniversario dell'eccidio nazifascista del 1944. E lo fanno guardando all'Ucraina lanciando un "messaggio di pace e di dialogo, perchè solo così possiamo far tacere le armi e far ragionare le diplomazie". A dirlo è Valter Cardi, presidente del Comitato per i caduti di Marzabotto, che questa mattina in Città metropolitana a Bologna ha presentato il calendario delle iniziative che accompagnano la commemorazione del prossimo 2 ottobre.

MESSAGGIO DI PACE PER L'UCRAINA "Purtroppo siamo ancora qui a parlare di questa brutta guerra in corso, pericolosissima per il mondo intero- afferma Cardi- da Monte Sole e Marzabotto arriva un messaggio forte di pace. Purtroppo la storia si ripete e noi lavoreremo intensamente, coinvolgendo anche altri luoghi internazionali che hanno avuto lo stesso martirio di Marzabotto, per lanciare questo messaggio. Per noi la pace si costruisce lavorando ogni giorno, e non con le armi".

IL GEMELLAGGIO CON ORADOUR-SUR-GLANE Quest'anno, inoltre, Marzabotto ospiterà una delegazione francese da Oradour-sur-Glane, cittadina che fu teatro a sua volta di un massacro nazista nel giugno 1944: furono uccise 642 persone e il paese fu dato alle fiamme. "Avviamo un patto di amicizia, con l'obiettivo che diventi un gemellaggio- spiega Andrea Marchi, vicepresidente del comitato- perchè le comunità dialoghino in vari campi e costruiscano una rete di luoghi dove la pace viene agita nella storia e non è solo una bandiera da portare nelle manifestazioni".

UNA TAVOLA ROTONDA SULLE STRAGI NAZISTE La delegazione francese da Oradour-sur-Glane arriverà a Marzabotto dopodomani, venerdì 30 settembre, che visiterà i luoghi dell'eccidio e la Scuola di Pace di Monte Sole. Il giorno dopo è invece in programma al mattino un workshop internazionale che metterà a confronto le due esperienze, mentre al pomeriggio una tavola rotonda sulle stragi nazifasciste con altri luoghi della memoria in Italia (Sant'Anna di Stazzema, Casa Cervi, Risiera di San Sabba e Fossoli). LA CERIMONIA DEL 2 OTTOBRE Domenica 2 ottobre ci sarà poi la cerimonia ufficiale: sul palco saliranno Cardi, la sindaca di Marzabotto, Valentina Cuppi, e Nando Dalla Chiesa, presidente onorario di Libera, che è stato invitato a Marzabotto "nel 40esimo anniversario della morte di suo padre- precisa il presidente del comitato- a Monte Sole non dimentichiamo nulla e nessuno". Le orazioni ufficiali saranno precedute dalla deposizione delle corone al sacrario dei caduti e dalla messa celebrata dal cardinale arcivescovo di Bologna, Matteo Zuppi, presidente della Cei.






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 29-09-2022 alle 20:34 sul giornale del 29 settembre 2022 - 18 letture

In questo articolo si parla di attualità, agenzia, puglia, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dsM9





logoEV