contador gratis
SEI IN > NOTIZIE BOLOGNA > ATTUALITA'
articolo

Bologna lancia il Piano notte: spazi sicuri contro le violenze

1' di lettura
158

Piano notte a Bologna: dai trasporti alla sostenibilità e un Osservatorio sul "sex work"

Inizia a prendere forma a Bologna il Piano dell'economia della Notte, lanciato dal sindaco Matteo Lepore durante la sua campagna elettorale, un motore per dare impulso all'industria culturale e artistica, che "genera reddito e ricchezza" ed è uno strumento per migliorare la vivibilità culturale e sociale del territorio.

Sei nuove linee di bus notturni, e un'impronta sulla sicurezza che prevederà un protocollo sugli spazi sicuri con formazione specifica con chi lavora nei locali e sportelli nelle grande aree di aggregamento per denunciare violenze, oltre all'intento chiaro da parte dell'amministrazione di far diventare la movida"poli-centrica", portando eventi anche in zone della città diverse dalla zona universitaria come il Dlf, la Fiera (tramonta il distretto della notte promosso in campagna elettorale), il Parco Nord e la Tettoia Nervi.

Solo alcuni dei pilastri, insieme a cultura, turismo, relazioni internazionali e attrattività, di un nuovo percorso partecipativo che coinvolgerà tutti gli operatori della notte, dai tassisti e i sex workers fino a netturbini e osti, per indagare il lavoro sommerso e lo sfruttamento. "L'obiettivo che ci diamo con questo Piano – afferma il sindaco – è rendere la notte di Bologna più sostenibile e con maggiore qualità dei servizi, del lavoro, del divertimento. Lo facciamo con un Piano di lungo periodo che metterà in campo tutto ciò che serve a migliorare questa qualità".

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram, WhatsApp, Facebook, Twitter, Mastodon e Viber di BOLOGNA NOTIZIE .
Per Telegram cercare il canale @Bologna_Notizie o cliccare su https://t.me/Bologna_Notizie.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waBolognaNotizie oppure aggiungere il numero 376.0319481 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Sono attivi anche la pagina Facebookhttps://www.facebook.com/profile.php?id=100062338737072&locale=it_IT, l'account Twitter @VivereBologna, il profilo Mastodon: @VivereBologna@bologna.one e il canale Viber QUI.





Questo è un articolo pubblicato il 14-09-2022 alle 14:10 sul giornale del 15 settembre 2022 - 158 letture






qrcode