contador gratis

Parte a Bologna il primo Disability Pride, dall'idea di due amiche

1' di lettura 08/09/2022 - Parte a Bologna il primo Disability Pride, dall'idea di una giovane aspirante giornalista.

Elena Rasia è una 30enne aspirante giornalista della provincia di Bologna, con una paralisi celebrale e un disturbo del neurosviluppo da quando è nata. La sua forza, la sua determinazione e la sua voglia di indipendenza, però, non si sono mai fermate, neanche di fronte alla disabilità.

Da gennaio 2020, infatti, convive con Margherita, 29enne babysitter toscana, che contribuisce alle spese per le utenze in cambio di un posto letto e di un aiuto ad Elena fra le mura domestiche, quando non c'è l'assistenza di giorno, ma senza che nessuna delle due rinunci alle proprie cose. La loro è un'esperienza che punta a diventare un esempio anche per altri, raccontata quotidianamente attraverso le piattaforme social.

Amiche, prima che coinquiline. Così si definiscono le due, ma non solo: Elena e Margherita sono delle vere e proprie guerriere e sono adesso a lavoro per portare per la prima volta a Bologna il Disability Pride, evento di carattere nazionale in programma per il 1 e il 2 ottobre, per il quale hanno anche lanciato una raccolta fondi, con tutte le informazioni disponibili sui loro social.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Bologna.
Per Telegram cercare il canale@Bologna_Notizie o cliccare su https://t.me/Bologna_Notizie.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0319481 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
È attivo anche la pagina Facebookhttps://www.facebook.com/viverebologna.it, l'account Twitter @VivereBologna e il profilo Mastodon: @VivereBologna@bologna.one.







Questo è un articolo pubblicato il 08-09-2022 alle 16:15 sul giornale del 09 settembre 2022 - 1077 letture

In questo articolo si parla di disabili, spiaggia, accessibilità, barriere

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/doA1





logoEV