contador gratis

"In Mezzo Scorre il Fiume", percorsi fra musica e natura. Appuntamenti dal 13 agosto al 10 settembre

7' di lettura 09/08/2022 - Prosegue a pieno ritmo In mezzo scorre il Fiume, percorsi fra musica e natura, il festival diretto da Luisa Cottifogli, che vuole creare uno stretto dialogo tra musica, arte e natura in luoghi splendidi dell’Appennino tosco-romagnolo, fino a scendere in pianura, trasportati dalla corrente dei fiumi. Sabato 13 agosto, un sabato in festa nella alta Valle del Santerno, nell’antico borgo di Pieve di Camaggiore (Firenzuola). Direttamente dal Trentino, gli Armonici Cantori Solandri, un quartetto alpino di voci maschili che propone un repertorio a cappella. Il primo appuntamento, alle 15.30, li vede impegnati nella Messa Cantata, all’interno della Pieve.

A seguire alle 17.00 il quartetto si esibisce in un repertorio popolare fatto di tradizionali canti di montagna, di guerra e di miniera: un repertorio quest’ultimo nato in val di Sole all’inizio del 900, quando furono costruite numerose centrali idroelettriche e negli scavi di gallerie furono impiegati tantissimi abitanti del luogo in condizioni di lavoro estreme. Il giorno seguente, domenica 14 agosto, un’alba magica fra gessi e voci sempre con gli Armonici Cantori Solandri. Si parte alle 5.30 dal campo sportivo di Borgo Rivola in direzione di Borgo Crivellari, un gioiello di gesso nascosto all'interno del Parco della Vena del Gesso Romagnola, accompagnati da Francesco Rivola, guida storica ed escursionistica, conoscitore profondo del territorio e delle sue storie, scrittore e narratore. Ispirandosi alle cave di gesso, il quartetto trentino si esibisce in un repertorio di canti di minatori, oltre a quello tradizionale di montagna e a quello dedicato all’epopea della prima guerra mondiale. Alle 17.00 per la festa di Santa Maria Assunta a Monghidoro (Piazzetta della Cisterna) il repertorio sacro e popolare del Trentino degli Armonici Cantori Solandri incrocia il repertorio prezioso di canti raccolti dalla tradizione emiliana, in particolare monghidorese, e da quella regionale italiana della Corale Scaricalasino di Monghidoro in un interessante incontro fra culture.

Le voci di donne sono le protagoniste del ferragosto a Sassoleone (ore 21.00- campo sportivo) con il concerto delle fantastiche De Soda Sisters, trio popolare Agrifolk che si esibisce in vecchie canzoni di lotta e d’amore, stornelli, filastrocche rivoltose e anarchiche durante la tradizionale festa del Ritorno Dalle voci di donne alle voci d’Appennino con la Corale popolare Scaricalasino, che si esibisce venerdì 19 agosto ore 19.00 in un repertorio tradizionale, spaziando dai canti d' Appennino a canti tradizionali regionali italiani (chiesa di San Mamante –Monterenzio). Alle 18.00, sempre all’interno dei festeggiamenti per San Mamante nell’antica chiesa a lui dedicata (via S. Mamolo, Villa Sassonero), si celebra la Messa accompagnata dai canti della Corale.

Sabato 20 agosto a Fontanelice si va alla scoperta dell’antico sentiero che unisce il Podere Tintoria e il Podere Pradella fra erbe e coltivazioni tradizionali, con l'originalissima performance itinerante del Grande Cantagiro Barattoli: un’orchestrina di tre musicanti e affabulatori, che incantano grandi e piccini con il suono delle ballate popolari e delle canzoni polifoniche della tradizione europea: Cristiano Grandi (buzuki, armonica a bocca, percussioni da spalla, ammennicoli musicali, voce), Sara Zilli (buzuki, armonica a bocca, percussioni da spalla, ammennicoli musicali, voce) e Annamaria Andrei (organetto diatonico e voce) (partenza ore 16.00 da Podere Tintoria, via Buffadosso, 8) Il giorno seguente, domenica 21 agosto, sempre a Fontanelice, al podere Tintoria laboratorio di tintoria a cura di Valentina Belicchi con la partecipazione dell’esperto botanico Sergio Flamigni. Si parla di piante tintorie spontanee e coltivate, imparando a riconoscerle e a utilizzarle.

E dedicato alle colonne sonore l’appuntamento di giovedì 25 agosto a Castel S. Pietro Terme. Alle 20.30 nella splendida cornice del Giardino degli Angeli (Via Remo Tosi,) Le colonne sonore della nostra vita, concerto con musiche ascoltate in film quali C'era una volta il West, Il Gladiatore, Mission, La vita è bella, Il Signore degli Anelli ..con i timbri cangianti della voce evocativa di Luisa Cottifogli, una delle voci più interessanti del panorama italiano, accompagnata dalle note dell’arpa di Marianne Gubri e dal Modern String Quartet (Elisa Tremamunno ed Erica Scherl violini, Tiziano Guerzoni ed Enrico Guerzoni violoncelli) diretto da Enrico Guerzoni. “Suonare gli alberi” è il tema di sabato 27 agosto; alle 18.00 gli spettatori-escursionisti durante una passeggiata in partenza dal Torrione di Bubano (Mordano) fino all’Oasi naturalistica incontrano sul percorso tre percussionisti che poi si riuniscono assieme in un grande summit: “Suonare gli alberi”, una curiosa improvvisazione fra musica e natura con Marco Dondini (aka Bat Matic, batterista dei mitici Gaz Nevada), Red Roberto Rossi (percussionista dalle collaborazioni internazionali, più brasiliano dei brasiliani) e l’eclettico ravennate Jader Nonni . Domenica 28 agosto un’arpa al tramonto sul sentiero del Vino. Alle 18.00, dalla Rocca di Dozza parte un'escursione che porta ad attraversare vigneti e pascoli, incontrando mucche, asini, oche, caprette in una fattoria degli animali, fino a raggiungere la Cantina Cenni Assirelli; e alle 19.30 un suggestivo concerto al tramonto: dalla terrazza panoramica della cantina Cenni Assirelli, affacciata sulla Valsellustra, Marta Celli accompagna il calar del sole con l’arpa celtica.

A seguire degustazione dei vini della Cantina. Giovedì 1 settembre a Castel S. Pietro Terme, in zona Fontana Fegatella (di fronte a viale Terme 670), alle 18.30 sulla riva del Sillaro, Maurizio Piancastelli, un grande artista della tromba, collaboratore degli Stadio e di grandi artisti del jazz e della musica brasiliana, interpreta la voce del fiume quando il sole volge al tramonto. Domenica 4 settembre il Golf Club le Fonti di Castel S. Pietro Terme ospita alle 20.30 I Sinconauti in concerto: ironia, energia e un'originale interpretazione dei grandi standard della canzone italiana, una performance piena di verve con la voce di Camilla Ferrari e la chitarra di Giacomo Maria Naccari. La terza edizione del festival si chiude sabato 10 settembre sul sagrato della Chiesa di Gesso, località nel comune di Casalfiumanese; all’interno della festa della Madonna del Rio, alle 20.00 concerto campestre con la fisarmonica di Vincenzo De Ritis. Il fisarmonicista/pianista/compositore abruzzese spazia dal repertorio classico a quello tradizionale, da brani originali alle composizioni di Richard Galliano, del quale è stato allievo e collaboratore. A conclusione polenta per tutti, proprio come una volta! In mezzo scorre il Fiume, percorsi fra musica e natura è il festival diretto da Luisa Cottifogli che vuole creare uno stretto dialogo tra musica, arte e natura in luoghi splendidi dell’Appennino tosco-romagnolo, fino a scendere in pianura, trasportati dalla corrente dei fiumi.

La terza edizione propone 25 appuntamenti tra Emilia, Romagna e Toscana dal 20 giugno al 4 settembre 2022, fra Valsellustra, valli del Sillaro e del Santerno fino alla valle del Senio e con una capatina in Val Savena. Si sviluppa nei comuni di Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Casola Valsenio, Castel del Rio, Castel San Pietro Terme, Dozza, Firenzuola, Fontanelice, Monterenzio, Monghidoro, Mordano, Riolo Terme. In mezzo scorre il Fiume, fa parte di Bologna Estate 2022, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna - Territorio Turistico Bologna-Modena

Il festival ha il contributo di: Giardino degli Angeli, Banco Fiorentino - Mugello Impruneta Signa, Comune di Castel del Rio, Comune di Castel San Pietro Terme, BCC Ravennate Forlivese e Imolese, Proloco di Sassoleone, Claudio Nicolini, Proloco di Fontanelice, Comune di Mordano, Fondazione Dozza Città d’Arte Vittoria Assicurazioni Castel San Pietro Terme, Agriturismo Ca’ Monti, Ristorante Tubeya, Giaz cafè, Golf Club Le Fonti, Comune di Casola Valsenio, Don Angelo Figna, Casa Vacanze di Pieve di Camaggiore, Luciano Visani “Muller”, Francesco Rivola, Azienda Semiselvatica, Azienda Agricola Bassi Luigi, Grifo Assicurazioni - Allianz Imola, Gruppo e Coro Scaricalasino, Podere Tintoria, Cantina Cenni-Assirelli, Agriturismo Il Prato degli Angeli, La Casa del Fiume E il patrocinio e la collaborazione di: Combo Jazz Club, Corpo Guardie Ambientali Metropolitane (CGAM), Parco Vena del Gesso Romagnola, Proloco di Casola Valsenio, ANPI sezione Casola Valsenio, Don Aldo Menichetti, Comune di Borgo Tossignano, Comune di Casalfiumanese, Comune di Dozza, Comune di Firenzuola, Comune di Fontanelice, Comune di Monghidoro, Comune di Monterenzio.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram di Vivere Bologna.
Per Telegram cercare il canale@Bologna_Notizie o cliccare su https://t.me/Bologna_Notizie.
Per Whatsapp aggiungere il numero 376.0319481 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
È attivo anche la pagina Facebookhttps://www.facebook.com/viverebologna.it, l'account Twitter @VivereBologna e il profilo Mastodon: @VivereBologna@bologna.one.







Questo è un articolo pubblicato il 09-08-2022 alle 15:13 sul giornale del 10 agosto 2022 - 109 letture

In questo articolo si parla di cultura, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dkcT





logoEV