contador gratis
SEI IN > NOTIZIE BOLOGNA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Camugnano: la Regione avvia un intervento da 170mila euro per rendere sicuro il torrente Torbola

2' di lettura
146

Un cantiere da 170mila euro per mettere in sicurezza il torrente Torbola, nel cuore dell’Appennino bolognese. Sono cominciati a Camugnano, in località Fornace, i lavori per ridurre il rischio di esondazione del corso d’acqua e salvaguardare l’abitato, con la costruzione di una scogliera in massi ciclopici.

“In seguito agli eventi di piena del 2019 e 2020, si sono manifestate alcune situazioni di criticità idrogeologica, che hanno reso necessario intervenire in un tratto dove il torrente si è notevolmente allargato, erodendo in maniera importante sia la sponda destra che quella sinistra- spiega Irene Priolo, assessore regionale alla Protezione civile-. L’obiettivo dei lavori è contenere il rischio di danneggiamento della sponda sinistra, accrescendo quindi il livello complessivo di sicurezza idraulica dell’intera area”.

L’intervento, progettato dall’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile, prevede tra l’altro la manutenzione di gabbioni esistenti e il taglio selettivo della vegetazione.

Il cantiere, nel dettaglio

I lavori prevedono innanzitutto la movimentazione del materiale ghiaioso depositato nell’alveo del torrente Torbola, al fine di migliorare l’efficienza del rio e risagomarne le sponde. Si è inoltre operata una deviazione artificiale delle acque per canalizzare il flusso della corrente e riparare la parte di alveo destinata a ospitare la nuova scogliera.

Il passo successivo sarà realizzare una fondazione in massi ciclopici, propedeutica all’elevazione della scogliera. La barriera si estenderà per circa 90 metri con un’altezza variabile, che si raccorderà al profilo di sponda del terreno di monte.

Il progetto prevede anche la manutenzione di alcuni gabbioni costruiti diversi anni fa per proteggere la parte più alta della sponda sinistra. Per garantire un’adeguata funzionalità nel tempo, saranno rivestiti con una nuova rete zincata. Completa l’intervento la parziale asportazione di una fascia di vegetazione presente nel letto del torrente, che interferisce con la risagomatura necessaria a indirizzare correttamente il flusso delle acque.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2022 alle 14:16 sul giornale del 10 marzo 2022 - 146 letture