contador gratis

Rissa in via Zamboni, Lepore: "Grazie alle forze dell'ordine. Non ci dobbiamo abituare alla violenza"

2' di lettura 22/12/2021 - Sono due i locali fatti chiudere dal Questore dopo la rissa andata in scena qualche sera fa. Sulla vicenda ha voluto dire la sua anche il sindaco Matteo Lepore.

In tanti mi avete segnalato il video di una rissa violenta tra ragazzi in via Zamboni.

Martedì sera, Polizia e Carabinieri hanno notificato la sospensione della licenza ai due pub coinvolti nell’accaduto. Inoltre, grazie anche alla collaborazione della Polizia Locale, i nostri vigili, sono stati già identificati alcuni dei responsabili.

Voglio dirvi alcune cose in merito a questo.

Per prima cosa, ringrazio il Questore e le forze dell’ordine per questo segnale chiaro e tempestivo. Arriva su una vicenda che ha destato un forte allarme tra i cittadini, per le modalità particolarmente violente delle condotte.

Avviene con la massima collaborazione e condivisione da parte mia.

Due cose vanno denunciate con forza.

La prima riguarda i gestori dei locali coinvolti. Perché sanzionarli?

Le domande vere, scusatemi, sono altre.

Perché il video dell’accaduto è stato reso pubblico oltre una settimana dopo dai fatti? Perché nessuno ha chiamato la polizia per tutti quei giorni e solo gli operatori del 118 si sono preoccupati di informare le istituzioni preposte?

La collaborazione è fondamentale ma è soprattutto un dovere civico. Oltre al fatto che alle 3 di notte è vietato avere tavolini e sedie in strada.

E infine, gli autori della rissa. È la moda del momento, pare. Questo ci deve tutti interrogare. Come genitori e come cittadini. Deve interrogare i ragazzi, che vanno presi sul serio e non abbandonati ad una paternale comprensione.

Nel caso specifico, servono provvedimenti seri e penso proprio che ci saranno.

Non ci dobbiamo abituare né all’indifferenza né tanto meno alla violenza.

Non a Bologna, grazie.






Questo è un articolo pubblicato il 22-12-2021 alle 14:36 sul giornale del 23 dicembre 2021 - 113 letture

In questo articolo si parla di attualità, emilia romagna, notizie, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cBoQ