Google Maps sborsa 500mila dollari all’Authority francese

BOLOGNA, 4 febbraio – Davide contro Golia? Potrebbe anche essere, ma in questo caso le dimensioni non contano, o quantomeno non dovrebbero rilevare: a parlare è direttamente la Legge.

Ieri l’Antitrust francese ha condannato Google per abuso di posizione dominante sul mercato relativamente a Google Maps.

Il problema sarebbe proprio la gratuità del servizio cartografico che, secondo i giudici francesi, avrebbe come unico scopo quello di accaparrarsi tutta la clientela del settore eliminando completamente la concorrenza allo scopo di trovarsi in una situazione di monopolio nella pubblicità on-line.

A denunciare l’illecito era stata, nel 2009, la Bottin Cartographes, società carotografica francese che s offre gli stessi servizi di Google Maps, però a pagamento.

Le obiezioni formulate sono state accolte dall’Authority e l’azienda transalpina si è visto riconosciuto un risarcimento di circa 500mila euro per compensare il maltolto subito.

Ovviamente la cifra, seppur alta, non metterà certo in ginocchio Big G, ma in questi casi la cosa che vale di più è il principio giuridico affermato in sede giudiziale.

Google opera nel mercato illegalmente!

E’ questo che non è andato assolutamente giù ai proprietari del colosso americano che annunciano immediatamente la loro decisione di ricorrere in appello.

Raffaele Sebastiano Rosa

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>