Asteroide sfiora la terra. La fine del mondo può attendere

NEW YORK, 28 GENNAIO – Aveva più o meno le dimensioni di un autobus l’asteroide che avrebbe sfiorato la terra nella prima mattinata di oggi.

A dare la notizia è Gareth Williams, direttore associato del Minor Planet Center, un’organizzazione con sede negli Stati Uniti d’America e legata all’osservatorio astrofisico Smithsonian ad Harvard, che si occupa di tracciare e seguire i corpi celesti minori come comete ed asteroidi che si muovono all’interno del sistema solare.

“Non c’è mai stato un reale pericolo di collisione” ‘affretta a rassicurare eventuali preoccupati Williams, d’altronde l’anno si presta a facili catastrofismi si potrebbe dire, passando poi a precisare che l’oggetto è comparso praticamente all’improvviso nel campo visivo di un telescopio di base in Arizona.

Il corpo celeste, classificato come 2012 BX34, raggiunge delle dimensioni comprese tra i 6 ed i 19 metri di diametro, è passato nella prima mattina ad oggi ad una distanza di 60.000 km dalla terra. Un sospiro di sollievo, seppure in ritardo, ed anche per stavolta un’eventuale fine del mondo può attendere.

Matteo Borile

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>