Terremoto in Emilia, il sisma viaggia tramite Twitter. Le testimonianze

Terremoto in Emilia,  il sisma viaggia tramite Twitter. Le testimonianze

BOLOGNA, 28 GENNAIO – Ormai è una consuetudine. Le prime notizie sugli effetti del terremoto viaggiano i post della rete, in particolare tramite Twitter, divenuto il re incontrastato dei social network in real-time.

Il primo cinguettio porta la firma di Mauro Bigi, sindaco di Vezzano sul Crostolo, in provincia di Reggio Emilia: “Bella botta! Lunga. Gente in piazza abbastanza tranquilla, giro in paese”. A cui fa eco Massimo De Matteis, primo cittadino di Corniglio, epicentro parmense del violento terremoto di ieri: “La gente è uscita per strada anche perché la scossa è durata più a lungo di quella di mercoledì”.

Corniglio non è nuova ad eventi tellurici. A metà degli anni 90’ un violente terremoto provoco danni strutturali ingenti al 25% delle abitazioni del paese, mentre una frana di dimensioni bibliche travolse cinque aziende di prosciutto.

Chiude la serie di tweet illustri Giuseppe Vizzani, sindaco di Brescello, il paese noto per la saga di Don Camillo e Peppone: “Scossa fortissima, più forte di quella dell’altro giorno. Fortunatamente c’è stata solo una grande paura. Una paura che continua, non ci siamo abituati“.

Il quotidiano Reggionline ha raccolto, davanti ad un noto supermercato della città emiliana, le reazione dei cittadini allo sciame sismico di ieri. “Abbiamo ballato un pò, ma sappiamo ciò che dobbiamo fare“, è stato il commento di una signora.

+ SPECIALE TERREMOTO: Tutte le notizie sui terremoti del 25 e 27 Novembre

Redazione Emilia Romagna

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.