E se per pagare il caffè bastasse premere un tasto del nostro smartphone?

E se per pagare il caffè bastasse premere un tasto del nostro smartphone?

BOLOGNA, 16 GENNAIO – Coi tempi che corrono, si sa che se ci togliessero lo smartphone cadremmo tutti in depressione, non potremmo più parlare, chattare o navigare.

Ma cosa succederebbe se ora anche quando acquistiamo un giornale all’edicola o beviamo un caffè al bar invece di cercare gli spiccioli nel portamonete, bastasse semplicemente premere un tasto del nostro smartphone per pagare?!

Bèh non è fantascienza. Gli esperti ne sono certi: il 2012 sarà l’anno in cui inizieremo ad utilizzare il cellulare anche per fare operazioni sul conto corrente, trasferire denaro, saldare le bollette e soprattutto pagare nei negozi.

La nuova tecnologia permette a due dispositivi vicini di scambiarsi in automatico le informazioni. Basterà quindi impugnare il proprio smartphone ed avvicinarlo al POS del negozio in cui stiamo facendo acquisti, il negoziante digiterà l’importo, noi premeremo un tasto del nostro telefonino e l’operazione sarà conclusa in un batter d’occhio.

E mentre pochi giorni fa VISA Europe ha reso noto l’elenco degli smartphone equipaggiati con tecnologia idonea al pagamento, noi prepariamoci a dire “addio” ai vecchi bancomat e carte di credito.

Francesca Barzanti

APPRFONDIMENTI  Droni e privacy: un rapporto difficile da portare avanti

One Response to "E se per pagare il caffè bastasse premere un tasto del nostro smartphone?"

  1. Valerio  2012/01/16 at 22:10

    Non è una novità, i prossimi smartphone avranno la technologia NFC (Near Field Communication). In Korea la sperimentano da un pò.
    http://www.youtube.com/watch?v=X09Wa-hyUxM

Leave a Reply

Your email address will not be published.