Gli hackers colpiscono ancora: bucate le difese del Sega pass

Gli hackers colpiscono ancora: bucate le difese del Sega pass

BOLOGNA 20 GIU. Negli ultimi tempi si sono moltiplicati gli attacchi dei “pirati informatici” ai server di aziende dell’elettronica e informatica. L’ultima vittima illustre è stata la Sega, un altro colosso dell’industria giapponese noto soprattutto per la “leggendaria” mascotte dei videogiochi Sonic.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Il server colpito dagli hackers si trovava “fisicamente” a Londra: da quest’ultimo sarebbero stati trafugati i dati di oltre 1 milione di utenti. Sebbene la Sega abbia rassicurato i propri utenti affermando che nel materiale rubato, sicuramente già caricato online dagli “intrusi”, non vi fossero dati di conti bancari o carte di credito, il rischio di furti d’identità resta comunque elevato. I dati d’accesso degli utenti, le password criptate, i dati anagrafici e gli indirizzi email, consentirebbero facilmente ai malintenzionati di spacciarsi per altre persone.

Non è chiaro se dietro all’ennesimo “colpo” ci siano i pirati della Lulzsec, il gruppo di hackers accanitosi recentemente contro la giapponese Sony e, si sospetta, responsabile di sortite minori nei confronti del servizio Xbox Live (piattaforma Microsoft equivalente al Playstation Network) e dei server Bioware (una casa di sviluppo nota nel settore videoludico per blockbusters come Mass Effect e Dragon Age).

Gianluca Francesco Pisutu

Leave a Reply

Your email address will not be published.