Chattare fa bene. Facebook ci piace

Chattare fa bene. Facebook ci piace

BOLOGNA, 18 GIUGNO – Se prima i genitori ci chiedevano di spegnere la televisione ed uscire e si lamentavano del nostro attaccamento ai programmi tv e delle troppe ore passate a vederli, ora i genitori ci chiedono di lasciar perdere Facebook e uscire con gli amici reali. Ma la Facebookmania, in realtà, ha colpito anche molti di loro e probabilmente lo vogliono nascondere per non dare il “brutto esempio”. Da anni i social network sono stati additati con la colpa di togliere le persone dal mondo reale, dalle amicizie ed inoltre, secondo molti, le amicizie virtuali sono superficiali e un “click” non basta per stringere un rapporto vero.

La realtà però ci ha dimostrato più volte che le amicizie virtuali possono essere vere e anche molto più vere delle amicizie tangibili e reali. Le persone spesso si confidano in chat e non solo. Non possiamo neanche numerare quanti sono gli amori nati sul Web!

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Aruba PopUnder][ad#Juice Overlay]

Dopo i fatti, non da tutti presi in considerazione, ci sono le ricerche che finalmente scagionano Facebook ma anche gli altri socialnetworks di fama mondiale come MySpace, LinkedIn o Twitter.

Lo studio del Pew Research Center di Washington, ha intervistato un target adulto di 2255 persone evincendo che più della metà di loro usano internet quotidianamente ed il 92% dei navigatori iscritti ad un social network sono utenti di Facebook. Questi utenti sono stati messi a confronto con coloro che non usano un social network e con coloro che non navigano abitualmente. Le interviste hanno portato alla conclusione che gli utenti di Facebook sono persone più socievoli e più fiduciose nei rapporti umani rispetto alle altre che non usano nessun social network. Negli ultimi hanno dimostrato anche maggior apertura al volontariato e ad altri eventi sociali, quindi una crescita del senso civico.

I social network sono fatti di interazione, confronto, informazione e ci insegnano anche ad ascoltare di più gli altri. Ci portano a conoscere persone tanto simili a noi o perché no, anche tanto diverse. Ciò non vuol dire che ci portino al di fuori della vita reale e quindi quesito finale per chi è scettico:

Prima gli amori sul Web e le amicizie virtuali che durano da anni. Dopo le migliaia di sensibilizzazioni online contro la violenza su donne, su animali, su bambini. Dopo che la popolazione di Facebook si è spiegata a vicenda il funzionamento dell’ultimo Referendum….  Ci sono state anche le ricerche del Pew Research Center.

Vogliamo dare una possibilità a questi social network?

Susanna Soliman

Leave a Reply

Your email address will not be published.