Gmail, Yahoo e Hotmail tremamo. Arriva Project Titan, la nuova posta elettronica di Facebook

Gmail, Yahoo e Hotmail tremamo. Arriva Project Titan, la nuova posta elettronica di Facebook

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

San Francisco, 15 NovembreOggi è il gran giorno: TechCrunch annuncia che Facebook presenterà Project Titan, il proprio servizio di posta elettronica annunciato già lo scorso Gennaio.

Le voci si basano su gli inviti recentemente distribuiti per un misterioso evento che avrà luogo stasera (ora italiana) a San Francisco, organizzato proprio da Facebook.

L’arrivo di una nuova webmail non farebbe tanto scalpore, se non avesse alle spalle un potenziale di oltre 500 milioni di utenti.

Non sono superiori di cifre soltanto a Gmail, che conta 193 milioni di utenti, ma anche a Yahoo!mail, 280 milioni e all’attuale regina del mercato Hotmail, con 364 milioni di utenze.

Il Project Titan sostituirà l’attuale sistema di messaggistica del social network e supporterà IMAP e POP3, per cui i messaggi potranno essere spediti senza l’accesso al sito web. Ma la cosa più incredibile è che si potrà usufruire di indirizzi personalizzati @facebook.com.

I 500 milioni di utenti di Facebook sanno che la chat funziona a intermittenza e che i messaggi sono troppo invadenti: migliorare il sistema di comunicazione del network renderebbe il servizio vicino alla perfezione.

Facebook vuole cavalcare l’onda del successo e dopo essersi rifatto il look ha tutta l’intenzione di sbaragliare la concorrenza conquistando oltre al mercato dei social network anche quello della posta elettronica, spinto dal supporto dei suoi utenti che aspettano sempre nuove mosse.

Eleonora Braghiroli

[ad#Aruba Banner][ad#Cpx Popunder]

One Response to "Gmail, Yahoo e Hotmail tremamo. Arriva Project Titan, la nuova posta elettronica di Facebook"

  1. Antonio  2010/11/15 at 17:34

    Si sono alleati con Microsoft per combattere Google sul campo delle mail. Molti utenti sono di basso livello, quindi dell’integrazione con calendar o altri strumenti di BigG per loro è inutile.
    Da quello che ho letto comunque ci sarà una qualche integrazione con Office. Sicuramente non partono per perdere.
    L’aspetto che mi lascia perplesso è che la struttura che adotteranno sembra un invito per gli spammers.
    Come è stato descritto qui.
    http://www.e-minds.it/blog.aspx?id=42

Leave a Reply

Your email address will not be published.