Facebook oscurato in Arabia Saudita

Facebook oscurato in Arabia Saudita

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

BOLOGNA, 15 NOV. – Il social network più utilizzato del mondo fa preoccupare le autorità Saudite, che lo definiscono blasfemo e lussurioso, tanto da portare al suo oscuramento.

L’authority delle comunicazioni dell’Arabia Saudita, ha deciso di vietare l’accesso a Facebook, e chiunque provi a connettersi, si troverà davanti una pagina interamente nera.

Il famoso social network, a loro parere, permette di parlare in maniera spregiudicata di sesso, di parlare in maniera impropria di religione. Facebook non rispetta i valori della tradizione wahibita del regno.

Già le autorità religiose aveva provato in molti modi a bloccare l’espansione  e l’uso del social network, definendolo “la porta della lussuria”, ma le loro richieste erano rimaste inascoltate, almeno fino ad ieri.

Sembrerebbe che la decisione sia stata presa dopo aver visto che un blogger aveva condotto, attraverso Facebook, una vera campagna di blasfemia, imprecando contro Maometto,e definendosi lui stesso Dio.

La decisione, precisano le autorità, sarà temporanea anche se non è stato specificato quanto durerà tale oscuramento.

L’Arabia non è il primo paese musulmano ad aver preso questa iniziativa. Dal Pakistan al Bangladesh altri Stati musulmani hanno già bloccato temporaneamente l’accesso al sito inventao da Marck Zuckerberg, con motivazioni più o meno simili.

Stefania Cugnetto

[ad#Aruba Banner][ad#Cpx Popunder]

Leave a Reply

Your email address will not be published.