Indiano ricoverato per polmonite muore dissanguato: i topi gli hanno mangiato il pene

Indiano ricoverato per polmonite muore dissanguato: i topi gli hanno mangiato il pene

KOLKATA, 25 GENNAIO – Di casi di malasanità in ospedale se ne sentono tanti, ma sicuramente quello che è successo al povero Arun Sandhukha, un indiano di 53 anni, ha qualcosa di terribilmente macabro.

L’uomo infatti ricoverato in un ospedale indiano, l’SSKM di Kolkata l’ex Calcutta, per una polmonite ha subito una morte atroce che nulla centrava con il motivo del ricovero: Arun infatti ha perso la vita dissanguato da un topo che ha divorato il suo pene.

Gli sconvolgenti dettagli di questa drammatica vicenda sono stati narrati dalla famiglia del defunto che ha raccontato di aver trovato Arun semimorente, sanguinante e contorto dagli atroci dolori dopo che, a causa anche di una totale disattenzione da parte di medici ed infermieri, i topi, che evidentemente infestavano l’ospedale, gli avevano mangiato il pene.

La notizia è stata riportata dal giornale indiano The Asian Age ed è l’ennesimo caso di devastante malasanità degli ospedali indiani dove, per citare altri casi estremi, appena un mese fa è stato scoperto un medico che lavorava ubriaco a contatto con i pazienti, o ancora un altro medico, sempre in stato di ebrezza, ha tolto casualmente la mascherina d’ossigeno ad un neonato facendolo morire.

Francesca Barzanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.