Madre dona utero alla figlia che non può avere bambini

Madre dona utero alla figlia che non può avere bambini

GOTEBORG, 15 GIUGNO – Cuore di mamma: la figlia venticinquenne non può avere figli e la madre accetta di donare il proprio utero.

Nata con la rarissima sindrome di Mayer Rokitansky Kuster Hauser, che colpisce una donna su 5.000, Sara Ottosson non ha organi riproduttivi e dunque non può sperare in una gravidanza. Un team di chirurgi di Goteborg propone l’operazione di trapianto dell’utero dalla madre alla figlia e la madre si dichiara subito d’accordo “Sara ne ha più bisogno di me. Io ho avuto due figli, dunque quest’utero mi ha servito bene”. L’unica preoccupazione della ragazza è l’intervento a cui sarà sottoposta la madre: “Insegno biologia e per me è un organo come un altro. Quel che mi preoccupa è che mia mamma dovrà sottoporsi a un grosso intervento”.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

I medici di Goteborg sono convinti che l’operazione, per quanto abbia un solo precedente noto avvenuto a Gedda in Arabia Saudita nel 2000, andrà bene. Spiega Mats Brannstrom al Telegraph: “Tecnicamente è molto più difficile di un trapianto di reni, fegato o cuore. Ci sono rischi di emorragie e devi assicurarti di avere vasi sanguigni lunghi abbastanza per effettuare le connessioni” Dopo l’operazione seguirà un anno di osservazione e poi, se tutto andrà bene, si potrà procedere con l’inseminazione artificiale. Una volta nato il bambino tramite parto cesareo, l’organo dovrà essere espiantato.

Chiara Ripamonti

Leave a Reply

Your email address will not be published.