Le fotografie dell’orgasmo femminile

Le fotografie dell’orgasmo femminile

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

NEW JERSEY, 8 OTT. – Le fotografie dell’orgasmo femminile relative allo studio condotto dal dottor Barry Komisaruk ed il suo team, potrebbero essere viste anche dai minori. Nessuna immagine piccante, insomma, perché durante l’esperimento il neurologo Komisurak e la sua equipe della Rutgers University, nel New Jersey, hanno sottoposto a risonanza magnetica il cervello di sedici donne cui era stato chiesto di stimolarsi, mentre erano stese sotto un lenzuolo sul lettino della macchina per la tomografia.

Nel quotidiano britannico Daily Mail che ha riportato ieri la notizia si legge che l’esperimento verrà presentato sotto forma di filmato nei prossimi giorni a Neuroscience 2010, un convegno organizzato a San Diego in California dalla Societa americana di Neuroscienza. Una serie di immagini, scattate dagli scanner ogni 2 secondi, e montate in un filmato mostreranno cosa accade nelle 30 parti del cervello femminile coinvolte durante l’orgasmo. Due minuti prima dell’orgasmo si accendono le aree del cervello di solito attivate mangiando o bevendo. Un attimo prima del massimo piacere si attivano la corteccia sensoriale che riceve i messaggi di contatto ed il talamo. Infine si attivano l’ipotalamo, che controlla temperatura, fame, sete e stanchezza, ed il ‘nucleus accumbens’, così come il nucleus caudato, responsabile della memoria.

“Le donne tendono ad avere più orgasmi, anche in rapida successione – dice Komisaruk – Inoltre, l’orgasmo femminile dura in media  dai 10 ai 15 secondi, mentre quello maschile circa sei secondi“. I risultati della ricerca potrebbero essere utili a capire e risolvere i casi di disfunzioni sessuali o mancanza del desiderio. Inoltre i ricercatori hanno intenzione di ripetere l’esperimento sugli uomini per confrontare i risultati con quelli ottenuti sulle donne. La conclusione cui è giunto Komisaruk, autore nel 2006 di un saggio  sulla ‘Scienza dell’Orgasmo’, è che una donna “prova orgasmi più prolungati e profondi degli uomini”. Non solo: le donne sono così sopraffatte nel loro sistema nervoso che risultano per pochi istanti inaccessibili al dolore.

Cristina Reggini

[ad#Aruba Banner][ad#Cpx Popunder]

Leave a Reply

Your email address will not be published.