ROVIGO, HA URLATO IL SUO DOLORE PRIMA DI IMPICCARSI. LA TIRSTE STORIA DI DARIO BRAZZO

ROVIGO, 21 APR. “Grazie a chi non mi ha mai pagato” e poi si impicca . Ha urlato tutto il suo dolore a due biglietti Dario Brazzo , imbianchino 50 enne di Villadose ,prima di togliersi la vita nel garage della sua casa . Uno indirizzato alla sua famiglia , nel quale salutava per l’ultima volta i tre figli e la moglie , e quello più amaro per ringraziare chi lo aveva gettato nella disperazione più profonda .

“Cos’hai?“ , gli ripeteva da tempo il figlio 25enne Andrea , ma lui non voleva far pesare sulla famiglia il dissesto finanziario causato dalla crisi e in buona parte da tre persone che non gli avevano mai reso dei soldi che gli spettavano .

Parenti e amici sono rimasti attoniti alla notizia del suicidio in quanto l’uomo non aveva mai fatto partecipe nessuno dei problemi economici che lo tormentavano.

One Response to "ROVIGO, HA URLATO IL SUO DOLORE PRIMA DI IMPICCARSI. LA TIRSTE STORIA DI DARIO BRAZZO"

  1. Paolo T.  2010/04/22 at 15:00

    Le regole ci sono già. Ma il meccanismo per farle rispettare ( la macchina della giustizia italiana) versa in condizioni PIETOSE e ormai non spaventa nessuno.
    Chi non vuole pagare SA CHE RESTERA’ IMPUNITO.

    LA PRIORITÀ È RIESUMARE e FAR VIVERE LA GIUSTIZIA ITALIANA
    e aggiungerei A PARTIRE DALL’ ALTO: OSSIA DA CHI HA MAGGIORI RESPONSABILITÀ
    PERCHÈ CAUSA MAGGIOR DANNO SAOCIALE.
    Mi correggo : il meccanismo causa-effetto deve valere non solo per i pesci piccoli ma anche e a maggior ragione per quelli grandi. Una azione che coinvolga tutti i livelli della società.
    LA LEGGE DEVE FINALMENTE ESSERE UGUALE E APPLICATA A TUTTI E IN TEMPI SIGNIFICATIVAMENTE BREVI.

    Se il povero artigiano di Rovigo avesse avuto davvero alle spalle UNO STATO CIVILE e non il cadavere di un pagliaccio, non avrebbe avuto nemmeno bisogno di minacciare la querela, perchè i suoi debitori avrebbero subito scartato l’ idea di non pagare, sapendo PER CERTO che non l’ avrebbero fatta franca.

    GIUSTIZIA EFFICIENTE ! CITADINI (ONESTI) SIAMO TUTTI IN PERICOLO .
    LA TUTELA DEI NOSTRI DIRITTI OGGI È UNA ILLUSIONE : NON ASPETTATE DI SCOTTARVI DI PERSONA PER APRIRE GLI OCCHI. Guardatevi bene intorno e date il potere a chi va in questa direzione – e non sono certo i picciotti del governo attuale.

    Un abbraccio alla famiglia di Dario , che è anche il nome di mio figlio. IO LOTTERÒ PER DARE A MIO FIGLIO UN MONDO MIGLIORE.

    Ai 3 “galantuomini” : divertitevi per il tempo che vi resta, non è detto che sia poi molto.

Leave a Reply

Your email address will not be published.