BRESCIA, UCCISE LA FIDANZATA A COLTELLATE: DOPO 8 ANNI LUIGI MARCHETTI PUÃ’ USCIRE DAL CARCERE

BRESCIA, UCCISE LA FIDANZATA A COLTELLATE: DOPO 8 ANNI LUIGI MARCHETTI PUÃ’ USCIRE DAL CARCERE

[ad#Juice Banner]

BRESCIA, 6 APR.Luigi Marchetti, trentanovenne bergamasco, il 31 marzo del 2002 picchiò, strangolò e uccise a coltellate la fidanzata Moira Squaratti. Ora, dopo 8 anni, usufruisce di permessi per uscire dal carcere nel quale sta scontando una pena di 14 anni.

Ivan Facchini, avvocato della famiglia di Moira, parlò di “Una pena assolutamente non adeguata alla gravit
à del crimine commesso.” Gli avvocati di Marchetti, che si costituì sostenendo di aver agito sotto l’impulso del sonnambulismo, affermano che l’uomo soffre di parasonnia, disturbo del sonno per il quale si verificano stati di veglia nei quali è possibile compiere azioni senza rendersene conto.

Il sostituto procuratore Paolo Savio aveva chiesto l’ergastolo. La sentenza del GUP Lorenzo Benini fu “omicidio volontario non aggravato dai futili motivi”. Per le attenuanti generiche, la pena è calata a 21 anni, dai 24 previsti dal codice penale, e si è ridotta ulteriormente a 14 grazie alla scelta del rito abbreviato.

Carolina Braina

[ad#Juice Banner][ad#Juice Overlay]

Leave a Reply

Your email address will not be published.