GIALLO A MONDRAGONE, CADAVERE RITROVATO SULLA SPIAGGIA. 30ENNE SI SAREBBE SUICIDATO

CASERTA, 16 NOV.Il corpo seminudo di un uomo di circa trent’anni è stato rinvenuto ieri mattina, intorno alle 12, sul tratto di spiaggia libera del lungomare nord di Mondragone, all’altezza del deposito delle barche dei pescatori, in direzione del vecchio depuratore comunale. A lanciare l’allarme sono stati due giovani, che passeggiavano per caso sul tratto di lungomare, i quali hanno immediatamente allertato il 118 locale, pensando che l’uomo fosse stato colpito da un semplice malore. Non ancora identificato, perché senza documenti di riconoscimento (per gli inquirenti potrebbe trattarsi di un polacco): sul corpo nessun segno di ferite.

I carabinieri della compagnia locale, agli ordini del capitano Alessandro Barone e del tenente Giovanni De Risi, avvertiti prontamente dai sanitari subito dopo aver constatato il decesso, appena giunti sul luogo, non hanno potuto fare altro che avviare tutte le procedure giudiziarie per il trasporto della salma presso il reparto di Medicina legale dell’ospedale Civile di Caserta, dove tra la giornata di oggi e quella di domani sarà effettuato l’esame autoptico. Il cadavere, secondo le prime indiscrezioni, era sepolto sotto un leggero strato di sabbia a pochi metri dal mare; era stato notato dai ragazzi, che ne avevano scorto la mano emergere dalla sabbia.

Redazione
[ad#Google Adsense Banner City]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.