CASSAZIONE, STOP ALL’ATTEGGIAMENTO ANARCHICO DELLA MAGISTRATURA

ROMA, 10 NOV.Stop ai “comportamenti anarchici” della magistratura. Lo sottolinea la Cassazione nell’iter giufiziaro del ricorso presentato da un pm che aveva ricevuto la sanzione dell’ammonimento del Csm per aver trattato il caso di un minore con “negligenza grave e inescusabile”.

Prendendo spunto da questo caso, i giudici delle Sezioni unite civili hanno messo in chiaro che “l’interpretazione delle norme non puo’ costituire un alibi” da parte delle toghe”per tenere comportamenti anarchici”. In altri termini, sottolineano gli ‘ermellini’, “il magistrato e’ libero di interpretare le norme di diritto, ma deve farlo nel rispetto dei ruoli e dell’organizzazione dell’ufficio di appartenenza, oltre che delle piu’ elementari regole di procedura, che servono a garantire una gestione trasparente del ruolo di ciascuno senza invasioni di campo”.

Redazione

[ad#Google Adsense Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.