CITTA’ DI CASTELLO, UCCIDE COLLEGA E SI BARRICA IN CASA. ARRESTATO DOPO NOVE ORE SUDAFRICANO

CITTA’ DI CASTELLO, UCCIDE COLLEGA E SI BARRICA IN CASA. ARRESTATO DOPO NOVE ORE SUDAFRICANO

CITTA’ DI CASTELLO, 7 NOV. – Lo straniero che si era barricato in casa a Città di Castello dopo avere ucciso un uomo a Citerna è stato arrestato dai carabinieri. Nel blitz un militare del Gis di Livorno è stato ferito al viso. Secondo le prime informazioni l’ uomo arrestato avrebbe sparato alcuni colpi di pistola.

I carabinieri hanno deciso di fare irruzione dopo che tutti i tentativi per convincere lo straniero ad uscire erano risultati vani. Quando l’uomo barricato in casa si è accorto che i militari stavano entrando nella abitazione, è arretrato, e a quel punto avrebbe esploso in successione diversi colpi di pistola. Uno dei militari del Gis sarebbe stato ferito di striscio al volto. Testimoni hanno riferito che quando è stato portato via in ambulanza appariva lucido e parlava con i colleghi ed il personale medico.

L’omicidio è avvenuto a Pistrino di Citerna. Il presunto assassino si trova barricato in una abitazione di viale Diaz, nel centro di Città di Castello. L’assedio dei carabinieri era in corso dalle 7:00 di stamani.

La vittima era stata uccisa probabilmente nella tarda serata di ieri e sarebbe un polacco di circa 30 anni con regolare permesso di soggiorno. Il suo presunto assassino è invece un sudafricano, anche lui di circa 30 anni.

ANSA
[ad#Google Adsense 234 x 60 Right]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.