IPhone 12 senza caricabatterie, i reali motivi della scelta di Apple Iphone 12 venduto senza caricabatterie, per Apple è una scelta ampientale ma la realtà sembra un'altra

iphone 12 senza caricabatterie

IPhone 12 senza caricabatterie, perché? La notizia ormai è di dominio pubblico e ha creato notevole dibattito, com’è ovvio che fosse. Come potrebbe essere altrimenti, per una notizia così controversa? Apple ha lanciato finalmente il nuovo modello di iPhone, il 12, con un design che – specialmente nella sua versione mini – sembra un ritorno al passato. La novità più concreta, rispetto ai miglioramenti nel processore e nella fotocamera, riguarda il caricabatterie e gli auricolari. Non saranno infatti venduti insieme al cellulare, ipotizzando che molti clienti Apple avessero già il proprio caricatore. Il motivo infatti è di tipo ambientale: Apple ha voluto ridurre l’inquinamento causato dalle confezioni e la spedizione dei dispositivi.

IPHONE 12 SENZA CARICABATTERIE, IL MOTIVO REALE

Ma si tratta di una mezza verità, seppur ben confezionata. C’è evidentemente una grossa falla: non tutti hanno un iPhone a disposizione, chi passerà da Samsung, Xiaomi e dispositivi simili dovrà inevitabilmente acquistare anche un caricatore ed eventualmente gli auricolari. Ai 2 miliardi di caricatori che già girano nel mondo se ne aggiungeranno altri. Dunque no, non è un problema di tipo ambientale ma di tipo economico. Il gioco, insomma, non valeva la candela. Apple ha speso per lo sviluppo, la progettazione e la produzione dei nuovi modelli di iPhone il 30-35% (dato di Crfa Research) in più rispetto all’ultimo modello.

AMBIENTE, LEGGI ANCHE: A NEW YORK L’OROLOGIO CHE SEGNA LA FINE DEL MONDO

Un telefono con tanto di funzionalità 5G costa. Perché allora rinunciare a una fetta ampia di pubblico, come gli utenti Samsung, Xiaomi e Huawei? Semplicemente per una questione di numeri. Se Apple vendesse lo stesso numero di iPhone venduti nel 2018 e se il 5% di questi utenti comprasse un paio di Airpods, genererebbe un profitto di 700 milioni in più. Il gioco, dicevamo, non vale la candela. Anche perché quella dell’ambiente è una verità ma non assoluta: se è vero che Apple inquinerà meno, i danni ambientali saranno ripartite tra altre aziende.

PREZZI IPHONE PRO, MINI, PRO MAX

Auricolari e caricatori dei nuovi clienti, anche se acquistati da altre aziende, dovranno comunque essere inscatolati e spediti. E inquineranno. C’è una questione di profitti dietro, molto più legittimata dai numeri della storiella sul fattore ambientale. L’inquinamento dei caricatori è quello di minore entità ma in un modo o nell’altro i soldi spesi andranno recuperati: evitare l’inserimento di questi dispositivi nelle confezioni genererà un profitto superiore dell’1-2% del previsto (dato di Loup Ventures).

I prezzi dei dispositivi, però, sono stabili se non aumentati. Sono quattro i nuovi modelli, Iphone 12, Iphone 12 Pro, Pro Max e la novità Mini. I prezzi del primo vanno da 939 euro per il modello da 64 gb a 989 per quello da 128 fino a 1109 per il modello da 256 gb. Il mini ha un range più basso: 839-889-1009, mentre più esosi sono il Pro (1189 euro per il 128 gb, 1309 per 256 gb, 1539 euro per 512 gb) e il Pro Max (1289-1409-1639).

Tagged:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.