Stati Generali – Conte a Villa Pamphili senza mascherina, ma la foto è di maggio 2019 Bufala su Conte: il Premier a Villa Pamphili senza mascherina, ma la foto è stata scattata nel maggio 2019

Stati Generali – Conte dà il via agli Stati Generali, che si stanno svolgendo in questi giorni a Villa Pamphili e spuntano le prime notizie false in merito. No, non  complottismo, semplicemente bugie e disinformazione. Quello che emerge dalla pagina Facebook Buon Senso Spirito Critico, che ha pubblicato una foto che mostrerebbe il premier Giuseppe Conte proprio a Villa Pamphili senza mascherina. La pubblicazione, dunque, intenderebbe dimostrare che con la quale intende dimostrare che il Presidente del Consiglio, durante l’incontro degli Stati Generali di sabato 13 giugno a Roma, non abbia rispettato il distanziamento sociale e l’obbligo di indossare la mascherina. La pagina scrive “Mascherine e distanziamento sociale. Il premier e una sindaca, Giuseppe Conte e Silvia Chiassai oggi a Villa Pamphili”.

La foto, però, è vecchia. Non del 13 giugno bensì nel maggio 2019, quando ancora non vi era alcuna pandemia e dunque non esistevano DPCM che obbligassero all’uso delle mascherine e che imponessero il distanziamento sociale.

L’immagine è stata scattata a Rondine (Arezzo) durante un incontro dell’associazione Rondine Cittadella della Pace. In quell’occasione il premier aveva confermato la sua adesione all’iniziativa Leaders For Peace.

Si pubblicò poi anche un’altra foto del premier, immortalato mentre mangiava della pizza in mezzo al pubblico. La foto veniva spacciata per un’immagine scattata a Villa Pamphili, mentre risaliva sempre al 2019, ed era stata scattata a Milano.

Il fact-checking, infatti, dovrebbe servire proprio a questo. Fare un lavoro di accertamento degli avvenimenti citati e dei dati usati in un testo o in un discorso. La pratica dovrebbe applicarsi in particolare alle informazioni date dai politici e, anche come autoverifica, alle notizie diffuse dai mezzi di comunicazione. Un lavoro, spesso, accantonato. Ciò significa diffondere false notizie che alimentano, spesso, odio sociale e dinamiche difficili da gestire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.