Bufale sul Coronavirus, quali sono le più diffuse?

bufale sul coronavirus

L’informazione non è mai stata così importante quanto in tempi di Covid-19. Bufale sul Coronavirus si diffondono a macchia d’olio usando i social come propulsori. L’ultima in ordine cronologico è stata quella sulla cura al plasma, un audio whatsapp in cui un sedicente medico, Mauro Rango, svelava come la cura al Coronavirus fosse stata trovata ma tenuta nascosta. L’ambito vaccini è colonizzato da Bill Gates: di bufale ce ne sono in tutte le salse, ordini mondiali per la riduzione della razza umana e tante altre. In Italia, il Ministero della Salute è sceso in campo in prima persona per evitare il diffondersi di notizie non verificate.

BUFALE SUL CORONAVIRUS, LE PIÙ DIFFUSE

In un articolo, vengono classificate le 9 bufale più diffuse sul Coronavirus. Il latte cura il Coronavirus? No, non ci sono evidenze scientifiche di ciò. Così come non è provato che i raggi ultravioletti disinfettino mani e altre parti del corbo. Anzi, al contrario: una prolungata e non accorta esposizione ai raggi UV può solo danneggiare la pelle aumentando il rischio di melanoma.

Peperoncino, acqua e bicarbonato, oli essenziali delle piante aromatiche non sono rimedi miracolosi contro il Covid-19, con buona pace di chi professa una medicina alternativa. Non ci sono rimedi naturali o fatti in casa che possano combattere il Coronavirus. Così come c’è ancora incertezza sui mezzi di diffusione e sul raggio di diffusione del virus. Di sicuro, non sono insetti comuni a trasportarli, quanto più mezzi aerei e fluidi corporei. Il bufale sul coronavirusCoronavirus non è diffuso dalle mosche, né dalle zecche. Una stretta di mano, in questo senso, è molto più pericolosa.

Ultima sezione delle bufale dedicate alla sanificazione degli ambienti. Disinfettare casa e i luoghi più a contatto con le nostre mani è un imperativo per prevenire la diffusione del Coronavirus. Il virus, infatti, potrebbe nascondersi nelle polveri sottili. È una fake news affermare che il vapore aiuti a sterilizzare. L’ideale è pulire le superfici di casa con acqua, sapone o altri detergenti e poi aggiungere una soluzione di cloro allo 0.1%. Per le zone più frequentemente toccate (es. maniglie) l’ideale è aumentare la soluzione di coloro allo 0.5%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.