Cosa c’è di vero sul Mes?

Le ultime ore sono state particolarmente travagliate per il Governo italiano: in poche ore si è diffusa la notizia della firma – da parte dell’Esecutivo – sulla manovra del Mes. Social network in delirio e opposizione furente: Matteo Salvini e Giorgia Meloni hanno duramente attaccato il Premier Conte.

Che cos’è il Mes?

I leader rispettivamente di Lega e Fratelli d’Italia hanno parlato di alto tradimento nei confronti del popolo italiano da parte della presidenza del consiglio.

Ma cos’è il MES? Si tratta di una manovra Salva-Stati approvata nel 2011 dall’Unione Europea ed entrata in vigore nel luglio del 2012 per aiutare stati in difficoltà. A capo del consiglio dei ministri, all’epoca, c’era ancora Silvio Berlusconi, prima ancora dell’avvento di Mario Monti. Giorgia Meloni ricopriva il ruolo di Ministro della Gioventù. 

Che cos’è l’European Stability Mechanism?

Come si finanzia il Meccanismo europeo di stabilità finanziaria? Emettendo bond, con un capitale garantito dagli Stati che gli consente una liquidità di circa 500 miliardi di euro. Si può utilizzare attraverso vari sistemi: prestiti per un programma di riforme; acquisti di titoli di Stato. Linee di credito precauzionali, prestiti per la ricapitalizzazione indiretta delle banche e per ricapitalizzazioni dirette.

Ieri c’è stato un incontro all’Eurogruppo tra i Ministri delle Finanze dei vari Stati dell’UE per discutere dell’utilizzo del Fondo Salva-Stati secondo alcune modalità utili a proteggere i paesi in difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus. Si tratta di fondi accessibili a tutti gli Stati membri e che ammontano ad una liquidità pari al 2% del PIL. Per l’Italia si tratterebbe di una cifra intorno ai 35 miliardi di euro sui 500 totali garantiti dalla manovra.

Sì agli Eurobond

La linea del Governo italiano, in tal senso, è chiara: un secco no all’indebitamento tramite il MES, sì, invece, all’emissione degli Eurobond, titoli di Stato comuni per ogni nazione dell’Eurozona, diversi dai più utilizzati BTP decennali. L’Italia – a differenza di quanto paventato da Meloni e Salvini – non ha firmato ancora nulla

Ecco perché, nella conferenza stampa delle 19.30, Giuseppe Conte dopo aver prolungato il lockdown fino al 3 maggio, ha attaccato duramente i due leader del centrodestra: 

“Il Mes esiste dal 2012, non è stato istituito ieri o attivato la scorsa notte come falsamente e irresponsabilmente è stato dichiarato da Matteo Salvini e Giorgia Meloni. Questo governo non lavora col favore delle tenebre: guarda in faccia gli italiani e parla con chiarezza”, ha dichiarato il capo dell’esecutivo. Le trattative non sono poi così vicine ad una risoluzione, tutto dipenderà dalle decisioni del consiglio nelle prossime settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.