Approvate modifiche al regolamento: come cambia il fallo di mano L'IFAB ha approvato due modifiche al regolamento relative al fallo di mano: questi i dettagli

fallo di mano

Grandi novità per il mondo del calcio: è infatti stata approvata una modifica sul fallo di mano. L’IFAB (International Football Association Board, l’organismo che si occupa dei cambiamenti delle regole applicate al calcio internazionale) ha infatti ritoccato la fattispecie del fallo di mano classico, oltre quella del mani in attacco (anche accidentale) che determina un gol.

Fallo di mano: approvate due modifiche al regolamento

Per quanto riguarda il fallo di mano classico è stata riscritta la regola in modo da chiarire un equivoco. Nel nuovo testo viene chiarito che la posizione del braccio (o della mano) rende il corpo “innaturalmente più ingombrante”, e quindi diventa punibile quando la posizione non è la conseguenza (o non è giustificabile) col movimento del corpo del giocatore in quel determinato momento. In questi casi il giocatore si assume un rischio. Niente più rigori troppo facili, un movimento chiaramente naturale renderà non punibile anche un tocco con il braccio chiaramente largo rispetto al busto.

Decisamente più netto il cambiamento sui tocchi di mano in attacco. Ovvero tutti quei contatti del tutto accidentali che, in condizioni normali, non sarebbero punibili ma che portano a un gol direttamente o immediatamente dopo. In questi casi rimane la punibilità del tocco, ma dalla prossima stagione verrà sanzionato soltanto se commesso dall’autore del gol, e non ad esempio nel caso di un accidentale assist determinato dal rimbalzo del pallone sul braccio di un compagno.

Quando è considerato fallo di mano

Restano invece punibili i tocchi di mano quando:

  • C’è il tocco volontario di mano o braccio, ad esempio muovendo l’arto in direzione del pallone;
  • C’è tocco con mano o braccio che rendono innaturalmente più grande il volume del corpo;
  • C’è la realizzazione di una rete, sia con tocco diretto di mano o braccio, sia se arriva dallo stesso giocatore immediatamente dopo il tocco di mano o braccio, anche se involontario.

La mossa dell’IFAB fa seguito alle polemiche generate negli ultimi tempi. Poiché l’interpretazione dei falli di mano non è sempre stata coerente a causa di applicazioni errate del regolamento. Ci si augura che tale chiarimento possa semplificare il difficile compito degli arbitri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.