Il messaggio di Mihajlovic alla società: cosa vuole fare il Bologna da grande? Al termine della partita vinta con il Parma il tecnico rossoblu ha parlato ai microfoni di Sky Sport lanciando una velato messaggio alla dirigenza

mihajlovic bologna

Una vittoria netta, senza appelli, quella che il Bologna di Mihajlovic agguanta per 0-3 sul campo del Parma. Ma in partita i ducali, che già dopo 33 minuti sono sotto di due reti grazie alla doppietta di Barrow. Il gambiano pare essersi finalmente sbloccato, dando nuova linfa all’attacco felsineo. Così come eccezionale è stata la prova di Nicola Sansone, tornato sui suoi livelli fornendo due assist decisivi. A chiudere i conti ci ha poi pensato Orsolini in pieno recupero.

Il successo mette il Bologna a distanza di sicurezza dalla zona retrocessione, mettendo il girone di ritorno in discesa e soprattutto con la possibilità di programmare il futuro con discreta serenità. E proprio futuro è la parola chiave che lascia questa gara: ad aprire la discussione ci ha pensato il tecnico e leader di questa squadra, Sinisa Mihajlovic.

Il messaggio di Mihajlovic alla società: dove vuole arrivare il Bologna?

Ai microfoni di Sky Sport il tecnico si è lasciato andare ad una considerazione: “Obiettivi per il futuro? Dipende dalla società, io ho contratto per altri due anni. Dobbiamo essere intelligenti, capire cosa non si è potuto fare per le situazioni che si sono create e che hanno colpito tutti. Noi abbiamo come scopo primario la salvezza perché è un campionato strano, poi ci si guarderà negli occhi per la prossima stagione per capire quali obiettivi ci saranno e quali investimenti si potranno fare“.

Ecco, per capire cosa abbia voluto dire Sinisa bisogna leggere tra le righe. Il serbo pare abbia voluto mandare un messaggio alla società: quest’anno ci si accontenterà di raggiungere una salvezza tranquilla, perché la crisi economica dovuta alla Pandemia, che ha coinvolto grandi società come l’Inter, non può passare inosservata. Tutti i club devono farci i conti. Ma qual è la vera intenzione del Bologna? Mihajlovic è un vincente, un uomo ambizioso e di certo non può accontentarsi di lottare in eterno per non retrocedere. Vuole puntare in alto. Vuole portare il Bologna dove merita, magari affacciarsi alle competizioni europee. Tutte idee legittime che però poi – come sottolineato dal tecnico – devono trovare l’assenso della società.

Alzare l’asticella: sognare l’Europa si può

Vedere società come Verona e Sassuolo (con tutto il rispetto, ndr) essere a ridosso delle posizioni europee deve aver fatto storcere il naso al tecnico felsineo. Con qualche risultato e prestazione migliore, e qualche sforzo in più sul mercato, ora a lottare per la zona Uefa potrebbe esserci il Bologna. Mihajlovic ha comunque detto la sua: messaggio chiaro e palla lanciata alla società. Ora tocca al presidente Saputo raccogliere e, nel caso, rispondere. Ma il dubbio nasce spontaneo: se la dirigenza facesse capire che il progetto non avesse margini di crescita superiori a quelli attuali, Sinisa resterebbe certamente sulla panchina rossoblu? Ai posteri l’ardua sentenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.