Una storia d’amore che continua: Dries “Ciro” Mertens con Napoli nel cuore Ufficiale il rinnovo dell'attaccante belga con il Napoli, che si lega ad una città e un popolo

mertens napoli

Ci sono storie d’amore che vanno oltre i legami tra calciatore e squadra. Dries Mertens è l’incarnazione di come uno straniero possa sentirsi “a casa” anche in Italia. E Napoli è piena di storie di persone arrivate nell’indifferenza e nel pregiudizio, poi accolti come figli della terra partenopea e diventati i primi sostenitori di una città e un popolo tanto eccezionale quanto complicato.

Eppure lui, Dries, ha saputo diventare uno di loro. Ormai pure lui preferisce essere chiamato “Ciro”, perché quel legame cresciuto a poco a poco l’ha fatto suo. Chi conosce Mertens sa che tipo di persona sia: solare, sempre sorridente e disponibile. Vive la città in tutte le sue sfaccettature. Nelle pizzerie e i locali più rinomati, circondato da amici. Ma anche di notte, non per far baldoria. Bensì con cappellino e visiera abbassata a dare da mangiare e conforto ai senza tetto.

Così come ad emozionare è la sua grande passione per gli animali. Il calciatore è solito ritagliarsi ore della sua settimana per far visita ai canili della provincia, per dare supporto anche economico per la salvaguardia dei cuccioli abbandonati. Uno di loro, Juliette, è stato adottato proprio dal belga e da sua moglie Kat. Il tutto senza pubblicizzare nulla. Ma nell’era dei social è quasi impossibile tenere tutto nascosto.

Grande uomo, prima ancora che grande calciatore. Mertens ha conquistato chiunque con la sua semplicità, con il suo sorriso.

mertens napoli
Mertens dopo la firma del rinnovo con il Napoli

Dries Mertens rinnova con il Napoli: la storia d’amore continua

Lo stesso sorriso che in queste ore, proprio prima della finale di Coppa Italia, l’ha accompagnato nella firma che ha apposto sul contratto che l’ha legato al Napoli fino al 2022 con opzione per un’ulteriore stagione. Mertens ha rinunciato a offerte ben più importanti di quella avanzata da De Laurentiis da 4 milioni l’anno. Inter, Chelsea e club in Cina e Stati Uniti erano pronti a ricoprirlo d’oro. Addirittura il Real Madrid pare si fosse inserito nelle scorse settimane, ma la scelta di Dries è stata fatta con il cuore. Ha scelto di restare legato a quella gente che l’ha osannato, che l’ha visto arrivare tra i dubbi e l’incertezza e diventare pian piano beniamino del San Paolo.

I suoi dribbling, le sue sterzate, il sacrificio e soprattutto i gol. Ben 122 in maglia azzurra che l’hanno reso il miglior goleador della storia del Napoli, superando addirittura Hamsik e Maradona. Insomma, una storia che non era arrivata ancora al suo culmine. D’altronde si sa, come diceva un vecchio film: “A Napoli piangi due volte, quando arrivi e quando te ne vai“. Dries, anzi Ciro, però potrà ancora sorridere. Lui a Napoli ci resterà ancora a lungo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.