Higuain fa bene a lasciare la madre malata per tornare alla Juve? L'attaccante è in Argentina dalla madre malata di cancro: dovrebbe tornare o restare?

Ci siamo, la ripresa del campionato sembra un pochino più vicina. Tutti i club di Serie A hanno infatti iniziato le procedure di controllo ai propri tesserati per capire se esistono i presupposti di sicurezza contro il Coronavirus. La ripresa dell’attività agonistica di gruppo, infatti è prevista per il 18 maggio. Tutte le società si stanno attrezzando di conseguenza, tra cui la Juventus.

I bianconeri sono una delle poche squadre ad aver permesso i propri calciatori stranieri di tornare dalle famiglie nei propri paesi. Qualche giorno fa i bianconeri hanno chiesto il rientro di questi calciatori. Le difficoltà maggiori le aveva avute Cristiano Ronaldo, prima bloccato in Portogallo e poi riuscito a tornare dopo svariate ore. Chi invece non ha ancora sciolto i dubbi sul proprio rientro è Gonzalo Higuain. L’attaccante argentino era però tornato in patria lo scorso 19 marzo per un motivo ben più serio: assistere la madre malata. La signora Nancy Zacarías, infatti, è gravemente malata di cancro e in questo periodo si sta sottoponendo alle cure chemioterapiche, motivo principale che hanno spinto il Pipita a riflettere sul proprio rientro in Italia.

Dubbi di Higuain sul rientro alla Juve: quali sono i motivi

La riluttanza di Higuain nel tornare alla Juve, a dire il vero, è alimentata anche da altri due motivi. Ovvero la paura della situazione Coronavirus in Italia; oltre ad una situazione contrattuale precaria, con l’attaccante in scadenza nel 2021. Dalla Juventus non sono arrivati segnali per un rinnovo e anzi una cessione nel prossimo calciomercato sembra la soluzione più probabile. Ecco perché Higuain nutre più di qualche dubbio circa il suo rientro. Ma la domanda che un po’ tutti si pongono è: farebbe bene il Pipita a tornare lasciando la madre malata?

Giusto tornare in Italia lasciando la madre malata?

Higuain Juve mamma
Nancy Zacarías, madre Higuain

Il dubbio morale sulla scelta da intraprendere è serio. Higuain è da sempre molto legato alla mamma e in questo periodo molto delicato vorrebbe starle accanto. Un desiderio legittimo. Il rammarico un giorno potrebbe divorarlo e l’amore di una madre vale molto più di ogni soddisfazione professionale. D’altro canto Higuain è un professionista, profumatamente pagato per svolgere il proprio lavoro. E se un impiegato è tenuto a dover andare a lavoro, nonostante i problemi personali, non si capisce perché Higuain non debba rispettare questa regola.

L’augurio è che la signora Nancy, tra l’altro brava pittrice, possa riprendersi al più presto. E soprattutto che il figlio Gonzalo possa presto riabbracciarla, non solo per darle conforto. Ma per rispetto agli altri calciatori, alla società, ai tifosi e allo stesso mondo dei “lavoratori”, è giusto che Higuain torni in Italia mettendosi a disposizione della Juventus. E poi immaginiamo che gol carichi di emozione possano essere la miglior medicina che un figlio possa regalare ad un genitore lontano. Lontano per lavoro, ma vicino con la mente e con il cuore.

Tagged:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.