La Uefa vuol far finire prima i campionati e poi le coppe

La Uefa conferma la volontà di finire i campionati nazionali e le coppe
La Uefa conferma la volontà di finire i campionati nazionali e le coppe

Prime indiscrezioni della riunione in corso tra il Presidente Uefa Ceferin e i segretari delle 55 federazioni nazionali europee. La volontà sarebbe quella di concludere prima i campionati nazionali e, a luglio e agosto, le coppe europee.

Ciò comporterà lo slittamento dei play off delle nazionali che devono promuovere ancora quattro squadre alle fase finale dell’Europeo 2021 (ex 2020). Niente mese di giugno, tutto verrà rinviato all’inizio di settembre liberando slot preziosi per i campionati.

Uefa, la crisi europea per il coronavirus

C’è la volontà di tutte le nazioni affiliate alla Uefa di finire i rispettivi campionati nazionali, ma, da sola, tale volontà non basta. Paesi come Spagna e Francia, attualmente sono in ginocchio, fiaccate dal Coronavirus e non vi è certezza su quando riprenderanno i rispettivi campionati. La stessa situazione si vive in Inghilterra.

Dei cinque grandi campionati solo la Germania sembra essere fuori dal coro. Molte squadre come Lipsia e Dortmund hanno già ripreso ad allenarsi. Il campionato è stato posticipato fino al 30 aprile, ma è già emersa la volontà di finire il torneo ad ogni costo.

La situazione serie A

Per quel che riguarda la serie A, è dei giorni scorsi la polemica tra il Ministro dello Sport Spadafora e il Presidente della Lega Dal Pino. Il primo afferma che l ripresa del campionato potrebbe anche non avvenire, il secondo che così facendo si va verso il collasso delle società.

Al momento l’emergenza coronavirus rende ogni ipotetica tabella di marcia della ripresa a rischio. Nelle prossime ore, nel quadro italiano, ci sarà comunque una novità. Nell’aggiornamento del dpcm sulle chiusure sarà inserito lo stop a ogni attività sportiva, allenamenti compresi. Secondo le ultime indiscrezioni il termine fissato sarà il 13 aprile. Ciò significa che, senza ulteriori proroghe, gli allenamenti delle squadre potrebbero ricominciare. Ma su questo andrà ascoltato il parere dei medici. Sull’argomento la stessa Lega è spaccata tra chi spinge per la ripresa e chi per il blocco totale dei tornei. L’apertura della Uefa dà una mano al primo fronte, ma occorrerà comunque ascoltare il parere dei medici sulla diffusione del Covid-19.

Sospensione fair play finanziario

Per cercare di dare ossigeno alle casse dei club la Uefa ha deciso un allentamento del Fair play finanziario per la crisi legata al coronavirus. Il Comitato esecutivo “ha sospeso le norme sulle licenze relative alla preparazione e alla valutazione delle future dichiarazioni finanziarie dei club, esclusivamente per la partecipazione alle competizioni Uefa 2020/21”.
Per la prossima stagione non sarà necessario presentare il bilancio, che però verrà calcolato per il break-even del triennio. E nell’esame della situazione finanziaria dei club verranno tenute in considerazione specifiche circostanze legate all’emergenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.