Calciomercato: il giorno delle buste. Tutti gli affari della giornata

Calciomercato: il giorno delle buste. Tutti gli affari della giornata

MILANO, 22 GIUGNO – E’ il giorno delle buste all’Hotel ATA di Milano, autentico terno a lotto che tutti hanno cercato di evitare fino all’ultimo istante.

GIOIELLI AZZURRI

I casi più spinosi riguardo giocatori di indubbio valore, attualmente presenti nella spedizione azzurra in Polonia per Euro 2012: Alessandro Diamanti, a metà tra Brescia e Bologna, che potrebbe passare a titolo definitivo alla società felsinea per 4,3 milioni di euro. Il piano del presidente Corioni è quello di riscattare Alino forte di un accordo già raggiunto con l’Udinese, interessata al fantasista livornese

Più complicata appare la comproprietà di Fabio Borini, a metà tra Parma e Roma, visto il mancato accordo tra le società in causa. I giallorossi vorrebbero riscattarlo accontentando il neo tecnico Zeman ma i ducali non sono intenzionati a fare sconti, e a complicare la trattativa ci sono gli interessamenti di PSG e Liverpool (quest’ultimo molto importante, con 11-12 milioni sul piatto).

Saranno le buste che si apriranno tra pochi minuti in Lega a risolvere la compartecipazione.

ALTRI AFFARI

Nel frattempo, altre trattative sono andate a buon fine, Meggiorini e Antenucci sono stati riscattati dal neopromosso Torino, altre comproprietà sono state rinnovate, D’agostino tra siena e Udinese, Della Rocca tra Bologna e Palermo.

L’affare che, sta infiammando le ultime ore è quello legato al talento del Pescara Marco Verratti, promesso sposo della Juventus, che però, a detta del presidente del Pescara, non sembra mantenere gli accordi sulle contropartite promesse agli Abruzzesi. In una dichiarazione il d.s. Delli Carri ha dichiarato:” Verratti in questo momento è più vicino al Napoli che alla Juve, che non sta mantenendo la parola sulle contropartite tecniche”. Pre-tattica o inizio di una telenovela estiva?

Al mercato l’ardua sentenza.

Angelo Tosiani

Leave a Reply

Your email address will not be published.