Antonio Cassano: da Ibrahimovic a Maradona, tutti i messaggi d’affetto al Pibe de Bari

Antonio Cassano: da Ibrahimovic a Maradona, tutti i messaggi d’affetto al Pibe de Bari

MILANO, 2 NOVEMBRE - L’amministratore delegato del Milan(Adriano Galliani) dopo aver fatto visita ad Antonio Cassano, afferma di essere tranquillo sul suo futuro, che presto ritornerà in campo, ovviamente si dovranno aspettare l’idoneità sportiva, che  secondo l’A.D. il giocatore riavrà sicuramente, e quindi  l’unica cosa aspettare dei mesi  per la decisione della Figc.

[ad#Google Adsense][ad#HTML-2]

Galliani ha poi confermato che Cassano “ha voglia di tornare a giocare: sta bene, come al solito scherza, gli manca il calcio ed è dispiaciuto perché dice che stava facendo benissimo, gli ho detto di non preoccuparsi e di stare sereno perché gli teniamo il posto. Mi ha parlato anche della partita di ieri con il Bate Borisov, dice che abbiamo stradominato”.

Che le condizioni di Cassano stessero migliorando era abbastanza chiaro vedendo la sfilata di amici e colleghi che hanno iniziato ad andarlo a trovare da ieri (nei giorni prima invece quasi solo la mamma Giovanna, la moglie Carolina e il fraterno amico e cugino Nicola): Pazzini, Materazzi, Antonini, Pato, Ibrahimovic. Quasi tutti riferivano che Antonio era in buone condizioni di umore.

Queste comunicazioni chiariscono l’entità del malore accusato da Cassano sabato notte a Malpensa al ritorno della trasferta dell’Olimpico con la Roma.

In questi quasi quattro giorni di ricovero erano stati tantissimi i messaggi di affetto da parte di tifosi e sportivi, in attesa di sapere cosa avesse davvero FantAntonio: Totti, Del Piero, Maradona, Ronaldo, poi una miriade di calciatori di Serie A e campioni di altri sport (Valentino Rossi e Danilo Gallinari) e anche personaggi della politica e del mondo dello spettacolo. Oggi ha ricevuto la solidarietà di un altro grandissimo della storia del calcio. Diego Armando Maradona gli ha scritto una lettera, pubblicata dal “Corriere dello Sport”: “So quali sono i pensieri, le paure, i tormenti che si stanno rincorrendo nella tua mente. Ma sono anche convinto che con il tuo carattere positivo che ricordo bene da quel giorno in cui ci incontrammo a Roma, il tuo fisico forte e l’aiuto e l’affetto di chi ti sta vicino e ti vuole bene ti aiuteranno a superare quest’avversità. E allora, in attesa di saperti presto in bella forma e sereno in famiglia, mi auguro di rivederti in tempi brevi ancora felice a rincorrere un pallone. E lo auguro anche al calcio, perché la fantasia che sanno offrire talenti come te non basta mai“.

Luana Scialanca

Leave a Reply

Your email address will not be published.