Calciomercato Juventus: caccia al difensore, Bocchetti in pole

Calciomercato Juventus: caccia al difensore, Bocchetti in pole

TORINO, 31 AGOSTO – La Juventus sul difensore del Rubin Kazan, Salvatore Bocchetti, per completare la rosa di Conte.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Il pressing sul club russo è l’ultimo tentativo in ordine cronologico per rafforzare una difesa che nel corso delle amichevoli estive aveva fatto sentire la mancanza di un giocatore d’esperienza, dotato di carisma e in grado di compensare un centrocampo così offensivo come quello delineato dall’ex capitano bianconero.

In principio fu Lugano, svincolato dal Fenerbache, poi Alex, in rotta con il Chelsea. Idee sfumate nel nulla. Oggi all’Ata Hotel a Milano, dove si sta svolgendo il rush finale di questo calciomercato, la Juve tratta con lo Zenit per lo scambio Bonucci-Bruno Alves, ma i due club sembrano non trovare un accordo congruo per entrambi. Marotta e Paratici, incassato anche il no della Sampdoria per Gastaldello e costretti a virare verso altre piste, non abbandonano il fronte russo, lavorando ad oltranza per Bocchetti.

[ad#Juice 120 x 60]

Salvatore Bocchetti, 24 anni, partenopeo, due stagioni al Genoa prima di partire per la Russia, sarebbe l’uomo ideale per il club di corso Galileo Ferraris, purché raggiunga Torino con la formula del prestito oneroso. Il difensore, dotato di carisma ed esperienza, non ha mai nascosto il desiderio di tornare in Italia ed era stato dapprima accostato al Napoli, che ha poi optato per l’argentino Fideleff. Inoltre i rapporti tra la Juventus e il Rubin Kazan sembrano essere ottimi. Buone quindi le probabilità che si aggiunga alla rosa di Conte, salvo colpi di scena sul versante Bruno Alves.

Esuberi. Grosso, Ziegler, Pepe, Toni, Amauri, Iaquinta, uno tra Manninger e Storari. Questi i nomi che non rientrano nei piani di Conte. Mentre i giovani Pasquato e Sorensen sembrano aver quasi trovato terreno fertile per fare esperienza rispettivamente a Lecce e a Palermo, più difficile sarà per Marotta piazzare giocatori in calo come Iaquinta e Grosso, o poco appetibili come Pepe e Toni. Secco “no” di Ziegler ai turchi del Trabzonspor. Tante le destinazioni possibili invece per Amauri, Manninger e Storari, ma a decidere saranno le ultime ore di calciomercato, piene di sorprese in casa Juve.

Luciano Cangianiello

[ad#Cpx Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.