Balotelli ne fa un’altra delle sue. E Mancini va su tutte le furie!

Balotelli ne fa un’altra delle sue. E Mancini va su tutte le furie!

LOS ANGELES, 26 LUGLIO – Era qualche settimana che non si sentiva parlare di lui, ma dopo l’apparente tranquillità, Mario Balotelli torna a far discutere. L’ex attaccante nerazzurro ha fatto innervosire il suo mentore Roberto Mancini per aver tentato una veronica inutile in area avversaria nella recente amichevole contro i Los Angeles Galaxy. Mancini lo ha sostituito all’istante con Milner!

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

I Citizens, avanti 1-0 grazie ad un rigore dello stesso Mario, avevano al 31’ l’occasione per raddoppiare proprio col giovane italiano che però, a tu per tu col portiere e con al fianco il compagno Dzeko, si è inventato un’improbabile e maldestra piroetta per tentare un gol di tacco, rivelatosi poi un goffo tentativo. Balotelli, non approvando la scelta, è poi rimasto negli spogliatoi per il resto dell’incontro, dopo comunque aver avuto anche un diverbio col tecnico di Jesi, gettando anche una borraccia a terra. Per la cronaca il City ha vinto la sfida ai rigori dopo l’1-1 dei regolamentari.

“Spero che questa sia una lezione per Mario. Nel calcio bisogna sempre essere professionali, sempre seri, e lui non lo è stato. Ha bisogno di capire che il suo comportamento deve essere positivo e rispettoso in ogni gara, anche se è un’amichevole, non soltanto in una semifinale o in una finale”, ha detto un critico Roberto Mancini. Certo è che l’attaccante, nonostante le lavate di capo ricevute nel tempo dai vari tecnici (Mourinho all’Inter, Prandelli in nazionale, lo stesso Mancini al City) ha fatto assai poco per dare di sè un’immagine finalmente matura, collezionando sì goals ma anche espulsioni nel suo primo campionato in Premier League.

Volendo tralasciare la storia della visita con camorristi a Scampia, i ‘vaffa‘ urlati dal campo ai suoi (ex) tifosi nerazzurri e gli spari con una scacciacani nel centro di Milano, da quando è in Inghilterra SuperMario ne ha combinate di tutti i colori. Dalle freccette lanciate «per noia» (!) contro i giovani del suo attuale club (bravata punita con 120 mila sterline di multa, una settimana di stipendio), alla valanga di multe collezionate al volante della sua Maserati bianca (anche tre al giorno, oltre mille euro di sanzioni al mese ed auto portata via dal carro-attrezzi già 27 volte).

Del resto Balotelli aveva chiarito ben presto di che pasta sia fatto, un mix di talento e indisciplina: lo scorso novembre, sei minuti per firmare la prima doppietta inglese, tre per meritarsi prima un giallo poi un rosso diretto nella vittoria sul campo del West Bromwich Albion. E anche grazie alle sue giocate i Citizens hanno vinto l’ultima edizione della FA Cup. Un talento, appunto: (tanto) genio e (troppa) sregolatezza.

Nicola Celentano

[ad#Cpx Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.