Calciomercato Juventus: ore decisive per Aguero, Bastos in stand by

Calciomercato Juventus: ore decisive per Aguero, Bastos in stand by

TORINO, 28 giugno – Giornata di visite mediche per il neoacquisto bianconero Stephan Liechtsteiner, ma in corso Vittorio Emanuele non ci si culla sugli allori. Ultimata la massiccia campagno di riscatto dei giocatori in prestito oneroso, Quagliarella, Matri, Motta, Pepe ed in vista dell’annuncio ufficiale dell’ingaggio del terzino svizzero, ormai ex laziale, Beppe Marotta si ritrova ad aver già intaccato quel tesoretto da cento milioni, messo a disposizione dalla famiglia Agnelli attraverso la Exor, cassaforte della real casa.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

Nove milioni circa da corrispondere in tre anni al patron biancoceleste Claudio Lotito, da sommare ai 37 milioni della quota riscatti ed il conto è presto fatto: una buona metà del budget a disposizione per il mercato 2011 è già stata investita.

Beppe Marotta sa bene che l’opera di restauro della rosa bianconera è ben lungi dall’essere terminata, anzi, entrerà nel vivo solo nelle prossime settimane. Aria di grandi nomi, uno per reparto, a ricostruire l’ossatura centrale della squadra. Ma i “big” costano, costano cari e la massiccia iniezione di liquidità confluita nelle casse bianconere si sta rivelando un curioso boomerang per le strategie di mercato in corso Galileo Ferraris. Come spietati tavernieri nostrani alle prese con malcapitati gourmet dagli occhi a mandorla, tipicamente omaggiati di conti dagli zeri impazziti e virgole stesso stile, allo stesso modo presidenti ed operatori di mercato accolgono un Beppe Marotta dalle vastissime disponibilità di spesa. Ed ecco che a fronte della cortese manifestazione d’interesse bianconero per il “cugino” granata Angelo Ogbonna, promettente difensore centrale in orbita azzurra, il patron torinista Urbano Cairo ha pensato bene di formulare una richiesta di circa venti milioni di euro, poco meno di quanto sborsato un anno fa dal Milan per un tal Ibrahimovic…

Come detto, lo strombazzato extra-budget di mercato è stato già fagocitato in gran parte da operazioni di mercato pianificate nel corso della passata estate e i restanti milioni non basteranno certo a finanziare l’acquisto dei quattro “big” promessi ad Antonio Conte; se della trattativa Aguero si sa tutto, offerti 35 milioni di euro ai colchoneros di Madrid, restano in piedi le candidature di Lassana diarra e del cileno Vidal per il centrocampo, mentre Michel Bastos rimane in stand by, nll’attesa di definire il suo status di cittadino comunitario.

Insomma, la buona riuscita del mercato bianconero passerà anche e soprattutto dalla riuscita della campagna cessioni, dallo sfoltimento di una rosa di circa trenta elementi, alcuni dei quali dichiaratamente al di fuori dei piani tattici di mister Conte.

Eppure, il mercato in uscita potrebbe non limitarsi agli “indesiderabili”.

Domenico Damiani – Bnsport

Leave a Reply

Your email address will not be published.