Calciomercato Juventus, allarme difesa: via Chiellini? E rispunta Gabi Milito

Calciomercato Juventus, allarme difesa: via Chiellini? E rispunta Gabi Milito

TORINO, 18 giugno – Aguero, Dzeko, Higuain: Beppe Marotta sfoglia la margherita, senza eccessiva fretta, come certe oculate massaie in febbrile ma composta attea del vestito nuovo, griffato ma in saldo.

Certo, l’attacco bianconero, numeri alla mano, è il reparto uscito meno malconcio dall’ultima, tormentata, stagione agonistica. 57 reti all’attivo, due in meno del Napoli terza forza del campionato. Tutt’altro musica in chiave difensiva, un colabrodo, 47 gol sul groppone, due in meno della Sampdoria retrocessa, laddove il Milan campione d’Italia chiude con soli 24 gol incassati. Freddi numeri, numeri che non parlano di tattica, di mancato filtro della linea mediana, di mancato pressing delle punte in fase di non possesso palla, ma numeri che non mentono. La retroguardia bianconera ha decisamente segnato il passo. Bonucci e Motta sul banco degli imputati, giocatori di talento e buona tecnica individuale, abili nel “trattare” il pallone, assai poco nel contrastare l’avversario. E’ la nouvelle vague del difendere all’italiana, farfalloni ma con stile, lontani anni luce dalla rude schiera dei “mastini” alla Fabio Cannavaro, Ciro Ferrara, lo “zio” Bergomi e Franco Baresi.

[ad#Google Adsense 300 X 250][ad#Juice Overlay][ad#Aruba PopUnder]

Giorgio Chiellini sembrava destinato a portare il vessillo della vecchia scuola nel terzo millennio, in bianconero come in azzurro, ma qualcosa è andato storto. Le ultime due stagioni del poderoso stopper livornese raccontano d’una fase involutiva dell’ex grande promessa del vivaio romanista; un carattere fumantino, irruento, come certi suoi scivoloni in piena area di rigore, a falciare la punta avversaria.

Claudio Ranieri lo definì un “progetto di grande campione” e, nonostante i passaggi a vuoto degli ultimi tempi ed un ricco, ricchissimo, aumento d’ingaggio, lo stopper della nazionale vanta una lunga lista di estimetori in giro per l’Europa.

Club illustri, ambiziosi, dalle possibilità finanziarie elevate

Beppe Marotta ha opposto un buon numero di cortesi “no grazie” alle reiterate offerte pervenute in corso Galileo Ferraris, durante gli ultimi mesi, obiettivo Chiellini; ma qualcosa sembra essere cambiato.

Una certa insofferenza del giocatore, in primis, smanioso di lottare per traguardi prestigiosi, competizioni di respiro internazionale cui la Signora non prenderà parte, almeno per un altro anno. Di pari passo, Beppe Marotta sembra aver preso la decisione di monetizzare parte del “servizio buono” della rosa bianconera.

Indizi in questa direzione arrivano dall’Inghilterra, Manchester, sponda United, dalla viva voce di Nemanja Vidic, centrale difensivo fra i migliori al mondo. Il colosso serbo ha fatto sapere di aver declinato un’offerta d’ingaggio targata Juventus, giurando eterno amore alla maglia dei “red devils”.

Offerta respinta, dunque, ma è la riprova del fatto che Antonio Conte e Beppe Marotta abbiano deciso di puntare su uno stopper di assoluto livello internazionale, un faro di sicura esperienza, capace di guidare sul campo, con perizia e piglio autoritorio, una nidiata di giovani di belle speranze.

Ma il “tesoretto” a disposizione di Marotta è ben lontano dai cento milioni sbandierati alla stampa, in tempi recenti, da John Elkann, maestro di cerimonie  Exor, la cassaforte di casa Agnelli. O meglio, i cento milioni saranno stanziati per coprire le necessità di mercato su scala quadriennale.

Non c’è alcun dubbio, dunque, numeri alla mano, che l’attesa rivoluzione d’organico in casa Juve debba essere in parte finanziata da cessioni eccellenti; e in questo senso, il nome di Giorgio Chiellini, ingaggio di lusso ma rendimento altalenante, è fra quelli più “a rischio”.

Due gli estimatori più irriducibili del talento livornese, un passato in nerazzurro per entrambi: Jose Mourinho, Roberto Mancini.

Non è un caso che Beppe Marotta abbia da tempo intavolato trattative di mercato di respiro assai ampio tanto col Real Madrid, quanto col Manchester City; sul tavolo, ormai è risaputo, i cartellini di Lassana Diarra e Gonzalo Higuain, Carlos Tevez o Edin Dzeko, Felipe Melo e, per l’appunto, Giorgio Chiellini. Il sacrificio del difensore azzurro, valutazione intorno ai venti milioni di euro, consentirebbe a Beppe Marotta di portare in bianconero il tanto atteso bomber della rinascita, nell’ottica di uno scambio alla pari, o a fronte di modestissimo conguaglio.

Resterebbe da riempire la casella lasciata vuota da Giorgio Chiellini in bianconero, stante il gran rifiuto di Vidic.

La soluzione potrebbe giungere ancora una volta dalla Spagna, sponda Barcellona, soluzione dai costi bassi ma qualità elevata: Gabi Milito. Vecchio pallino di Claudio Ranieri e Didier Deschamps, passato dal Saragozza alla maglia blaugrana, il fratello del nerazzurro Diego potrebbe finalmente arrivare a Torino, per una manciata di milioni, dopo quattro anni e molta, troppa infermeria. Guai al ginocchio, per lui, legamenti crociati che hanno fatto il giro dei più illustri luminari del settore, che potrebbero convincere la società catalana a privarsi del nazionale albiceleste, stopper mancino; mancino, come Giorgio Chiellini.

Domenico Damiani – Bnsport

One Response to "Calciomercato Juventus, allarme difesa: via Chiellini? E rispunta Gabi Milito"

  1. Bernardo  2011/06/18 at 13:39

    NOOOOO.
    HIGUAIN ALLA JUVE NOOOO……. FA SCHIFO !!!

Leave a Reply

Your email address will not be published.