CALCIOMERCATO | Il nuovo Milan stellare

CALCIOMERCATO | Il nuovo Milan stellare

[ad#Juice 160 x 600][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

MILANO, 27 GENNAIO – Il Milan vince, compra bene durante il mercato e torna a sognare.

Dopo diversi anni in secondo piano, la squadra più blasonata d’Italia, e seconda solo dopo il Real Madrid in ambito europeo per trofei vinti, torna agli antichi splendori.

Ancora in corsa in tutte e tre le competizioni, mantiene la vetta della classifica in campionato a più 4 dal Napoli e ha dimostrato di saper gestire il primato fin da inizio stagione.

Insomma dopo qualche anno di riflessione sono arrivati gli acquisti giusti: un allenatore giovane, con le idee chiare e spregiudicato al punto giusto, che ricorda tanto Guardiola al primo anno nella panchina del Barcellona. Nel mercato di gennaio sono appena stati acquistati l’esterno 24enne dell’Ajax Emanuelson e il centrocampista della nazionale orange Van Bommel, che insieme a Seedorf formano un trio di olandesi che non sarà pari al magico trio dei tulipani composto da Van Basten, Gullit e Rijkaard, ma sono capaci di dare qualità e sostanza al centrocampo. Prima di loro è arrivato Antonio Cassano, il jolly che Allegri potrà usare a proprio piacimento, l’estroso, la fantasia che mancava.

Tre acquisti mirati, ponderati, nel momento in cui si può dare quella marcia in più per riportare nella Milano rossonera lo scudetto che manca dal 2004.

A settembre, quando ancora si pensava che l’Inter fosse irraggiungibile, erano arrivati Rubinho e quell’ Ibraimovic a cui la gente non credeva più, quel giocatore sottovalutato e rinnegato dai blaugrana, che non vedevano l’ora di liberarsene come se portasse sfortuna, oggi si può dire sia stato l’acquisto più giusto del Milan dall’era Kakà ai giorni nostri.

Cinque giocatori capaci di comporre uno squadrone da soli, e che affiancati all’esperienza dei veterani possono condurre il Milan verso un finale di stagione importante, verso una Champions League che manca da 4 anni.

Uniche pecche la cessione di Borriello e l’infortunio di Pippo Inzaghi, l’intramontabile recordman Champions, ma se si pensa che il Milan si è permesso di far volare in Brasile Ronaldinho, vuol dire che tutto a Milanello sta filando liscio come l’olio.

Marco Valerio Loi | BNSPORT

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.