Bologna FC, l’Inter non fa sconti: 4 a 1. Ed ora i punti dalla zona retrocessione sono 3

Bologna FC, l’Inter non fa sconti: 4 a 1. Ed ora i punti dalla zona retrocessione sono 3

BOLOGNA, 17 GENNAIO – Coincidenza o meno sembra che il Bologna si sia abbonato alle sconfitte per 4 a 1 e dopo le due del girone d’andata contro Napoli e Palermo, ora arriva anche quella contro l’Inter neo campione del mondo. Partita senza storia fin dal primo minuto quando, solo vedendo il gioco di prima e la facilità con la quale gli uomini di Leonardo aprivano ampi varchi nella difesa emiliana, già si era capito come sarebbe andata la partita. Le previsioni non hanno deluso le attese, anche se i rossoblu devono mangiarsi le mani per una serie di occasioni perse o sbagliate, in particolar modo quella di capitan Di Vaio che è riuscito a farsi parare da Castellazzi la palla che avrebbe potuto mandare le squadre negli spogliatoi sul 2 a 1. Pazienza, è andata male.

[ad#Juice 250 x 250][ad#Cpx Popunder][ad#Juice Overlay][ad#Juice PopUnder2]

L’ultima vittoria a San Siro risaliva al 1998, quando in campo c’era gente come Signori, Paramatti, Nervo ed il Bologna viaggiava costantemente nei primi 10 posti della classifica. Altra squadra, a questa non si poteva chiedere di più di una decorosa figura che comunque gli uomini di Malesani hanno fatto, non mollando fino all’ultimo (lo dimostra il gol di Gimenez al 76’del secondo tempo). A crederci spassionatamente (come sempre) i tifosi, che da Bologna sono partiti in 1300 e, posizionati nel 3°anello dello stadio come in tutto il resto dell’impianto, hanno fatto sentire il proprio sostegno alla squadra. Sabato amaro, va un po’ meglio la domenica.

Dagli altri campi di serie A arrivano infatti notizie abbastanza confortanti: unica a vincere delle concorrenti alla salvezza è il Brescia, pareggio per Lecce e Catania, perdono Parma, Cesena ed il fanalino di coda Bari. Archiviata anche questa giornata ora il Bologna dovrà concentrarsi per poter essere al meglio della forza fisica e psichica per la delicata sfida con la Lazio seconda in classifica. Al Dall’Ara è riuscito a vincere solo il Milan, Juve e Inter si sono dovute accontentare del pari. Se prima di sabato o dei 3 punti di penalità (con i quali si doveva comunque fare i conti da novembre) la sfida di domenica prossima si poteva guardare con un occhio meno attento e di maggior sufficienza, oggi la sfida sta sempre più entrando nella lista di “quelle da non perdere”.

Il girone di ritorno è appena iniziato, il Bologna ha fra le mani il proprio destino e già questo non è poco.

Leonardo Millarte


Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.