Cagliari-Lecce 3-2 Finale

[ad#Juice 120 x 600][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

PREVIEW – I sardi cercano la seconda vittoria consecutiva contro una diretta concorrente alla salvezza. Donadoni ha cominciato bene con la vittoria a Brescia e continuato male con la sonora sconfitta di Coppa Italia col Bologna. Nainggolan dovrebbe infoltire il centrocampo, preferito alla tecnica di Lazzari che ancora una volta dovrebbe partire dalla panchina.
Nel Lecce, che arriva al Sant’Elia col coltello fra i denti per evitare una sconfitta che le darebbe la zona retrocessione, Vives viene preferito a Diamoutene in difesa, e in attacco Ofere prende il posto di Corvia.

HIGHLIGHTS

Al 6′ Cagliari in vantaggio: Matri salta Diamoutene e in diagonale batte Rosati. Vantaggio meritato
Al 15′ raddoppio del Cagliari: ancora Matri, ancora con un tiro in diagonale. Gravi colpe della difesa leccese.
Al 20′ Canini segna il terzo gol, proprio nel migliore momento del Lecce.
Finisce il primo tempo: Cagliari-Lecce 3-0 senza recupero, doppio Matri e Canini più un palo di Nenè per la squadra di Donadoni.
Al 54′ il Lecce accorcia le distanze con Oliveira, fortunato a superare Perico e poi bravo a battere Agazzi in diagonale
All’81 il Cagliari accorcia ulteriormente le distanze con David Di Michele.

Cagliari-Lecce 3-2, doppietta di Matri e Canini nel primo tempo, Olivera e Di Michele nella ripresa. Funziona la cura Donadoni

FORMAZIONI

  • Cagliari (4-3-1-2): Agazzi; Perico, Astori, Canini, Agostini; Biondini, Conti, Nainggolan, Cossu; Acquafresca, Matri. A disposizione di Donadoni: Pelizzoli, Magliocchetti, Ariaudo, Lazzari, Laner, Nenè, Ragatzu.
  • Lecce (4-3-2-1): Rosati, Vives, Gustavo, FaBiano, Mesbah; Bertolacci, Giacomazzi, Oliveira, Di Michele, Jeda, Ofere. A disposzione di De Canio: Benassi, Donati, Diamoutene, Munari, Coppola, Piatti, Corvia.

BNSport

Leave a Reply

Your email address will not be published.